Europa | giovedì 21 febbraio 2019 01:45

Europa | 31 gennaio 2019, 19:58

Presidente Parlamento Ue Tajani ad Aosta: 'Sì a europarlamentare valdostano'

'Perchè non valutare l'ipotesi di un sostegno trasversale di tutti i partiti e Movimenti valdostani a un unico candidato? Potrebbe essere un segnale importante per invogliare i valdostani a recarsi alle urne alle elezioni Europee'

Il Presidente Antonio Fosson e la Giunta regionale hanno accolto Antonio Tajiani a Palazzo regionale

Il Presidente Antonio Fosson e la Giunta regionale hanno accolto Antonio Tajiani a Palazzo regionale

"Un seggio 'apposta' per una sola regione forse no, ma per quanto riguarda la presenza di un europarlamentare valdostano io sono favorevole a una scelta di questo tipo. Io e il mio partito (Forza Italia, ndr) siamo pronti ad offrire un posto in lista, con le dovute garanzie, ad una o ad un rappresentante indipendente valdostano perché possa avere la possibilità di essere eletto e rappresentare in tutta libertà la Valle d'Aosta nel prossimo parlamento europeo". Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, giunto ad Aosta per un incontro istituzionale con le autorità regionali e per visitare la fiera di Sant'Orso.

E ha proposto una strategia ad ampio raggio: 'Perchè non valutare l'ipotesi di un sostegno trasversale di tutti i partiti e Movimenti valdostani a un unico candidato? Potrebbe essere un segnale importante per invogliare i valdostani a recarsi alle urne alle elezioni Europee".

Accolto dal Presidente della Giunta, Antonio Fosson, e dalla presidente del Consiglio Valle, Emily Rini. Tajani ha sottolineato l'importanza di "difendere i prodotti caratteristici di ogni regione italiana, e soprattutto di quelle di montagna, deve essere una priorità. Le zone interne non possono essere abbandonate perchè rischiamo che anche la popolazione abbandoni la montagna: la presenza dell'uomo è il modo migliore per tutelare l'ambiente, ma dobbiamo mettere chi abita in montagna nelle condizioni di essere competitivo, penso in primis alle infrastrutture digitali".

Inoltre "il Tunnel del Monte Bianco deve possibilmente essere ancora più sicuro di quanto non lo sia ora; un raddoppio del traforo non sarebbe un'idea da scartare, attualmente il livello di sicurezza non è al top".

Per Tajani "se vogliamo favorire il turismo a livello internazionale e uno scambio commerciale globale degno di questo nome dobbiamo avere infrastrutture moderne e competitive. Più è facile e piacevole il trasporto di persone e cose, meglio si vive. Senza infrastrutture viarie importanti non c'è sviluppo turistico né commerciale, né sociale e l'Italia non può crescere. E questo concetto vale tanto per una regione turistica come la Valle d'Aosta".

Riguardo alla situazione italiana, il Presidente dell'Europarlamento ha detto: "Purtroppo la situazione economica in Italia è assolutamente negativa, sono sbagliate le scelte che sono state fatte. Bisogna puntare sull'industria e sulle imprese, riducendo la pressione fiscale. Il reddito di cittadinanza è un errore gravissimo, che favorisce il lavoro nero e non la lotta alla disoccupazione, bisogna invece ridurre le tasse alle famiglie e alle imprese. Non credo che questo governo sia in grado di andare in questa direzione".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore