CULTURA | mercoledì 24 aprile 2019 06:35

CULTURA | 28 gennaio 2019, 10:30

Passa dalle Scuole di Scultura il futuro della Fiera

La puntata di MA.TE’. che andrà in onda lunedì prossimo, 28 gennaio, alle ore 20.00 (dopo il TG3VDA), vuole accendere un pochino un faretto su queste scuole che, comunque, rappresentano uno degli elementi essenziali per garantire il futuro della Fiera

Passa dalle Scuole di Scultura il futuro della Fiera

Quest’anno i banchetti riservati dalla Fiera di Sant’Orso agli allievi dei corsi e scuole di artigianato sono 26. In leggero calo rispetto agli anni precedenti (28 nel 2017 e 27 nel 2018). Il record di presenze risale al 2010 con 40 scuole.

Perché questi numeri? Perché la puntata di MA.TE’. che andrà in onda lunedì prossimo, 28 gennaio, alle ore 20.00 (dopo il TG3VDA), vuole accendere un pochino un faretto su queste scuole che, comunque, rappresentano uno degli elementi essenziali per garantire il futuro della Fiera.

Laboratori che si sono rivelati utili non solo per chi era novizio e doveva imparare tutto, ma anche per chi già aveva una certa dimestichezza con la materia e voleva soltanto perfezionare il suo stile. Le scuole coprono tutti i settori dell’artigianato valdostano.

Dagli oggetti torniti ai mobili, dai tessuti alla scultura, dalla lavorazione del ferro all’intaglio, dalla vannerie al cuoio ed alla pietra ollare. Anello importante della catena artigianale, ma spesso sottovalutato. Da qui l’idea di gettare un piccolo sguardo dentro a queste “scuole” per capire cosa spinge gli allievi ad iscriversi, quali sono i materiali usati e quali le loro aspettative.

Naturalmente MA.TE’ allargherà poi il suo sguardo, come al solito, anche su alcune informazioni collaterali che riguardano il buon tempo che fu con riferimenti ad indovinelli, modi di dire e abitudini di vita che oggi, però, vanno anche al di la del mondo rurale.

Appuntamento lunedì 28, ore 20.00, su RAITRE VDA.

red. spe.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore