Governo Valdostano | sabato 20 aprile 2019 07:01

Governo Valdostano | 27 gennaio 2019, 17:00

Negli ultimi 15 anni spesi oltre cento milioni per ospedale Parini

Baccega ‘puntiamo fortemente sulla qualità di un sistema sanitario già performante ma che ha bisogno di migliorare, anche e soprattutto con la collaborazione di tutti gli attori.

Negli ultimi 15 anni spesi oltre cento milioni per ospedale Parini

L’ospedale Parini di Aosta deve rimanere dove è ubicato e si debba proseguire nel progetto di ampliamento, aldilà delle scoperte archeologiche che si sono fatte e che al momento hanno trovato una loro collocazione e che saranno una ulteriore attrazione.

La considerazione che suona anche come un impegno del governo valdostano è stata articolata dall’assessore alla sanità, Mauro Baccega, intervenendo al momento di riflessione sulla sanità in Valle organizzato in occasione dei 40 anni  del servizio sanitario in Valle d’Aosta.

Secpndo quanto riferito dall’assessore, per il Parini negli ultimi 15 anni sono stati spesi “oltre 100 milioni   euro di Investimenti importanti che non possono essere gettati al vento”. Baccega ha poi ricordato che  “la Sanità in Valle d’Aosta è appannaggio finanziario della Regione. La Regione Valle d’Aosta rinunciando alla quota spettante del Fondo Sanitario Nazionale già dal 1994 (legge 23 dicembre 1994, n. 724) ha recepito da sempre i soli principi e valori di riferimento, autodeterminando per i Valdostani, e prima ancora della riforma, una sanità regionale realmente federale, garantita unicamente dalle risorse del proprio bilancio regionale sui Livelli Essenziali di Assistenza Sanitaria per tutti”.

Tant’è che nel Bilancio sono impegnati oltre 350 milioni  di cui oltre 86 anche per servizi sociali.

Era il 23 dicembre 1978 quando il Parlamento Istituiva con Legge, la n. 833 il SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, sulla base di principi del mantenimento della salute fisica e psichica, nel rispetto della dignità e della libertà della persona umana, senza distinzioni di condizioni sociali e in uno spirito di uguaglianza dei cittadini.

Per Baccega fu “una vera sfida e un percorso di 40 anni che ha visto sempre di più crescere e migliorare il fronte della sanità e della salute nel nostro Paese e nella nostra Regione. Abbiamo ritenuto opportuno richiamare l’attenzione sul fatto che promuovere un avvenimento così importante, dedicato ai 40 anni del servizio sanitario Nazionale, potesse essere un’occasione per raccontare la storia del Sevizio Sanitario in Valle d’Aosta dal 1978 ad oggi”.

La fotografia della Sanità nella nostra Regione, ha dato l’occasione a Baccega per ribadire che “sono stati raggiunti elevati livelli di qualità”. A tal proposito ha ricordato che le indagini di Customer satisfation lo evidenziano con grande chiarezza. Oltre al Parini, al Beauregard, sono state realizzate un mix di strutture efficienti, ora presenti e operative sul territorio che, “con lungimiranza – ha precisato Baccega - sono state pianificate e realizzate da chi è venuto prima di noi”.

L’assessore ha poi sottolineato che “l’elevata capacità professionale degli operatori, medici, infermieri, tecnici di laboratorio, barellieri, personale amministrativo e i rappresentanti delle Professioni Sanitarie che insieme alla collaborazione dei sindacati di appartenenza, hanno dato efficienza e qualità al Sistema, senza però dimenticare quel prezioso sostegno che viene dato alla salute pubblica dalla rete di solidarietà delle Associazioni di Volontariato che completano con il loro lavoro sul territorio e presso le famiglie, il nostro sistema socio sanitario. Un buon sistema, fortemente umanizzato con Livelli Essenziali di Assistenza salvaguardati e ampiamente rispettati”.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore