Consiglio Valle | sabato 20 aprile 2019 06:56

Consiglio Valle | 24 gennaio 2019, 11:11

Consigliera regionale Russo chiede più determinazione contro somministrazione alcolici a minorenni

Nel 2018 i Carabinieri di Aosta hanno effettuato circa 50 controlli senza elevare sanzioni; la Polizia locale del Comune di Aosta non ha elevato sanzioni; la Guardia di finanza ha effettuato una serie di interventi, mentre la Polizia di Stato ha effettuato 14 controlli

Maria Luisa Russo

Maria Luisa Russo

“Ho notato che pochissimi locali espongono il cartello di divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minorenni, per quanto questo non sia un obbligo”. Ha esordito così la Consigliera Maria Luisa Russo illustrando l’interpellanza rivolta all’assessore alla Sanità, Mauro Baccega, per conoscere i termini di chi si è occupato, in Valle del decreto che vieta  la somministrazione e la vendita di bevande alcoliche ai minori di 18 anni.

La Consigliera ha poi chiesto gli interventi svolti nel 2018 nelle scuole e quali sono in previsione nel 2019; quanti controlli sono stati effettuati nei pubblici esercizi”. Ha quindi invitato la Giunta a sollecitare i proprietari  o gestori dei pubblici esercizi “ad un coscienzioso rispetto di questa legge”.

Nella risposta l’assessore Mauro Baccega ha affermato che “l’azione politica consiste nell'attenzionare questo problema preoccupante, individuando tutti i possibili strumenti di contrasto e di attenuazione del fenomeno”. Ha quindi rivolto un plauso “alle Forze dell'ordine e ai servizi di soccorso".

Per quanto attiene agli interventi posti in essere l’assessore ha precisato che prosegue il progetto di prevenzione secondaria, ovvero di screening, avviato nel 2014 dal SERD dell’Azienda USL in collaborazione con le Istituzioni scolastiche, che coinvolge le scuole secondarie di primo e secondo livello, rivolgendosi a insegnanti, educatori e famiglie con il proseguimento dello sportello di ascolto permanente e la costituzione di gruppi di supervisione clinica. Inoltre sono numerosi gli interventi sulle dipendenze, anche se non sono specifici sull’alcol.

Nella replica la Consigliera Maria Luisa Russoche chiesto che vengano rese “maggiormente efficaci le modalità di controllo, in modo dar poter prendere adeguatamente in carico un problema che, purtroppo, nella nostra regione è sottovalutato”.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore