CRONACA | mercoledì 20 febbraio 2019 09:21

CRONACA | 23 gennaio 2019, 13:00

Operazione Geenna: La 'ndrangheta cercò approccio con sindaco Fulvio Centoz

L'episodio nel 2015 durante la campagna elettorale per le elezioni comunali; Centoz fu avvicinato da alcuni degli arrestati ma rifiutò ulteriori contatti e il tentativo di accordo elettorale sfumò

Il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz

Il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz

Cercarono di proporre appoggio elettorale al sindaco di Aosta Fulvio Centoz quando era ancora semplicemente candidato alle elezioni comunali del 2015, alcuni dei sedici arrestati nell'ambito dell'Operazione Geenna della Dda di Torino e dei carabinieri di Aosta. Lui incontrò una volta sola il 'portavoce' del sodalizio criminale (secondo gli inquirenti Antonio Raso), poi non risultano ulteriori contatti e il tentativo di accordo elettorale sfumò.

C'è anche questo episodio nella monumentale inchiesta che vede arrestato con l'accusa di associazione a delinquere di tipo mafioso il consigliere comunale Uv Nicola Prettico e con quella di concorso esterno in associazione mafiosa il consigliere regionale Marco Sorbara e l'assessore alla Programmazione del Comune di Saint-Pierre, Monica Carcea.

"Esistevano soggetti che avevano ipotizzato una modalità organizzativa concretizzata nella 'locale' di 'ndrangheta di Aosta - ha spiegato oggi la coordinatrice della Dda, Annamaria Loreto durante la conferenza stampa per illustrare l'operazione - vantavano rapporti significativi con esponenti del mondo politico che devono in parte la loro elezione al contributo della locale e che, in cambio, erano disponibili a dare all'organizzazione tutti i vantaggi derivanti dall'attività amministrativa: lavori pubblici, concessioni, appalti".

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore