ECONOMIA | sabato 23 febbraio 2019 04:45

ECONOMIA | 22 gennaio 2019, 10:23

Canone TV 2019: consigli utili

Canone TV 2019: consigli utili

È tenuto al pagamento del canone chiunque detiene un apparecchio televisivo. Per apparecchio televisivo si intende un apparecchio in grado di ricevere, decodificare e visualizzare il segnale digitale terrestre o satellitare, direttamente oppure tramite decoder o sintonizzatore esterno. Il canone è dovuto una sola volta in relazione a tutti gli apparecchi detenuti dai componenti della stessa famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di abitazioni in cui sono presenti apparecchi tv.

ANCHE PER IL 2019 L'IMPORTO È DI € 90,00

Dal 1° gennaio 2016, la detenzione di un apparecchio si presume nei confronti dei titolari di utenza di fornitura elettrica ad uso domestico residente e il canone viene addebitato nelle fatture per la fornitura di energia elettrica.

OLTRE AI DIPLOMATICI E MILITARI STRANIERI È ESONERATO DAL PAGAMENTO DEL CANONE TV:  CHI HA COMPIUTO 75 ANNI D'ETA' ED HA UN REDDITO UGUALE O INFERIORE AD € 8.000,00

- in questo caso non c’è alcun termine per presentare la dichiarazione sostitutiva considerato che l’esenzione spetta in base ai requisiti previsti dalla legge, indipendentemente da quando la dichiarazione è presentata ma va comunque REITERATA OGNI ANNO Per i titolari di utenza elettrica residenziale che presentano la dichiarazione sostitutiva in corso d’anno occorre considerare che alcune rate di canone TV saranno già state addebitate nelle fatture elettriche e quindi i contribuenti, se hanno diritto all’esenzione per l’intero anno, possono:

- presentare la dichiarazione sostitutiva e scorporare la quota canone dalle bollette, pagando solo la quota elettrica; - presentare direttamente l’istanza di rimborso utilizzando il modello che contiene anche la dichiarazione sostitutiva attestante il possesso dei requisiti, nel caso in cui avessero già pagato la bolletta comprensiva della quota canone.

CHI NON DETIENE ALCUN APPARECCHIO TELEVISIVO MA È TITOLARE DI UTENZA ELETTRICA RESIDENTE e dovrà quindi inviare entro il 31 GENNAIO di OGNI ANNO perché abbia efficacia per l'intero anno (la dichiarazione presentata dal 1° febbraio al 30 giugno: esonera dall’obbligo di pagamento solo per il secondo semestre dello stesso anno; la dichiarazione presentata dal 1° luglio al 31 gennaio dell’anno successivo esonera dall’obbligo del pagamento per l’intero anno successivo).

Ricordiamo infine che il contribuente che detiene un apparecchio televisivo è tenuto al pagamento del canone anche se è ricoverato in casa di riposo. Se il contribuente non possiede la TV ma è ancora titolare di un'utenza elettrica con tariffa residenziale, per evitare l'addebito del canone nella fattura elettrica, dovrà presentare la dichiarazione sostitutiva di non detenzione. Se, invece, il contribuente non possiede la TV e non è titolare di un'utenza elettrica residenziale dovrà dare disdetta dell'abbonamento ai sensi dell'art. 10 del RDL n. 246/1938, inviando un'apposita raccomandata allo Sportello SAT dell'Agenzia delle Entrate.

PER OGNI DUBBI VI INVITIAMO A VISITARE LA PAGINA DELLE FAQ DEL SITO DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE https://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/schede/agevolazioni/canone+tv/faq+canone+tv

bruno albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore