CRONACA | mercoledì 20 febbraio 2019 09:24

CRONACA | 20 gennaio 2019, 19:52

Accusato di tentato omicidio del fratello è catturato al traforo del G.S. Bernardo

L'uomo è stato fermato dalla polizia di Frontiera al Tunnel del Gran San Bernardo

L'uomo è stato fermato dalla polizia di Frontiera al Tunnel del Gran San Bernardo

Stava cercando di riparare in Svizzera ma è stato bloccato dai carabinieri al valico del Gran San Bernardo, in Valle d’Aosta, il presunto responsabile del ferimento del 46enne italiano originario del Marocco, accaduto nella notte tra venerdì e sabato a Cossato. Si tratta di un uomo di 42, fratello della vittima, catturato dagli investigatori della compagnia di Cossato dell’Arma.

Secondo i primi riscontri, pare che all’origine dell’aggressione vi sia una lite per ragioni economiche. Le indagini, condotte dal Procuratore della Repubblica di Biella, Teresa Angela Camelio, hanno condotto alla localizzazione dell’uomo, trovato a bordo di un autobus della FlixBus, partito da Torino, e diretto a Bruxelles. L'aggressore è stato accompagnato al carcere di Brissogne (Aosta), a disposizione delle autorità giudiziarie competenti, Aosta e Biella, con l’accusa di tentato omicidio.

La vittima era stata colpita ripetutamente al collo, al torace e alle gambe. Ora si trova ricoverato all'ospedale di Ponderano in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita, poiché un fendente ha interessato un polmone.

g.g. newsbiella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore