Montagna VdA | mercoledì 20 febbraio 2019 09:21

Montagna VdA | 19 gennaio 2019, 15:11

L'ESCURSIONE DELLA SETTIMANA: Rifugio Dondena a Champorcher

Con sci di fondo e racchette da neve ai piedi, scoprirete che non è solo in velocità che si vive la montagna. Rallentate, sentite il silenzio dell'inverno e l'odore della neve, e fermatevi a osservare: neve e natura vi riserveranno incontri entusiasmanti

L'ESCURSIONE DELLA SETTIMANA: Rifugio Dondena a Champorcher

Come per tutte le attività in montagna, occorre non sopravvalutare se stessi avventurandosi in percorsi difficili e faticosi: informati bene sull'itinerario da seguire, valuta le condizioni della neve e consulta sempre le previsioni del tempo.

 

Champorcher

  • Difficoltà:
    E - Escursionistico
  • Periodo consigliato:
    dal 01/01 al 31/03
  • Partenza:
    Strada per Dondena - Champorcher (1730 mt.)
  • Arrivo:
    Rifugio Dondena (2193 mt.)
  • Dislivello:
    480 mt.
  • Durata Andata:
    2h15
  • Durata Ritorno:
    1h45

Accesso

Casello autostradale di Pont-Saint-Martin si svolta a sinistra e si imbocca la SS 26. Dopo circa 5 km, si svolta a sinistra per Hône.
Risalire la Valle di Champorcher sino al capoluogo, svoltare a destra per Mont Blanc: si prosegue per alcuni chilometri sino al termine nei pressi di Mont Blanc.

Bella passeggiata nell’alta Valle di Champorcher. Un itinerario senza eccessivo dislivello ma con un certo sviluppo in lunghezza da affrontare solo in condizioni nivologiche perfette, in quanto il percorso attraversa tratti soggetti a cadute di valanghe.

Descrizione del percorso

Dal parcheggio proseguire lungo la strada per qualche centinaio di metri sino ad un tornante sulla destra: da qui, solitamente, la strada risulta innevata e si può quindi iniziare il percorso.
Percorrere un primo tratto di traccia puntando verso il fondo valle per poi svoltare di 180° con un tornante sulla sinistra ed incominciare ad addentrarsi lungo il vallone dell’Ayasse.

Il percorso segue la strada poderale che nel periodo estivo conduce a Dondena, dopo alcuni minuti di cammino si raggiunge il punto di partenza del sentiero per il Rifugio Barbustel: si trascura, ovviamente, la deviazione a destra per il rifugio e si prosegue lungo la pista passando al di sotto dei contrafforti del Mont Ros e del Bec Barmasse. Attraversati alcuni colatoi valanghivi, prestare molta attenzione in condizioni di neve non assestata, si prosegue in lieve salita in direzione ovest sino a raggiungere il bivio per il lago Raty. Si continua ancora lungo la pista principale che poco dopo svolta leggermente a destra offrendoci una bella veduta dell’imponente parete rocciosa del Bec Raty.

Lentamente la vallata si apre: sulla sinistra appare il panettone nevoso della Cimetta Rossa e, poco sotto il nostro itinerario, il villaggio di Champlong. Superato l’alpeggio di Tuerie la pista si protende, ancora in lieve salita, sino al punto di partenza dell’itinerario estivo per il lago Miserin: qui vi sono una serie di paline indicanti i vari sentieri che si possono intraprendere ed una bella carta della zona ed è ben visibile sia Dondena che il rifugio posizionato poco sopra.
Si discende per pochi metri sino a superare il torrente Ayasse e poi si risale attraversando i ruderi dell’Albergo Alpino sino a raggiungere il Rifugio Dondena (2193m).

 

http://www.lovevda.it

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore