CRONACA | giovedì 17 gennaio 2019 12:47

CRONACA | sabato 12 gennaio 2019, 08:15

Inchiesta appalti: Fabio Chiavazza rimane in carcere, indagini prorogate

Due indagati intercettati al telefono, “non è che adesso l'Uv deve diventare un ricettacolo solo di gente…di mezzi banditi che fanno solo casini”

Inchiesta appalti: Fabio Chiavazza rimane in carcere, indagini prorogate

Pare ancora lontana la conclusione dell’inchiesta denominata 'Do Ut des', avviata dai carabinieri della Compagnia di Chatillon Saint-Vincent, coordinata dal pm Luca Ceccati, che a novembre ha portato in carcere l’allora capo ufficio tecnico di Valtournenche, Fabio Chiavazza.

Il tecnico comunale è detenuto dal 20 novembre perché accusato di corruzione e turbativa d’asta continuata; lui non parla  e finora solo l'ingegnere aostano e coindagato Corrado Trasino ha risposto, per quattro ore, alle domande del pm; nel frattempo le indagini sono proseguite ed il Gip ha autorizzato la proroga nei confronti di circa una ventina di indagati nell’ambito di quella che sta via via assumendo dimensioni sempre più grandi e che potrebbe coinvolgere politici, dirigenti regionali, amministratori e imprenditori locali.

Numerosi tra gli iscritti nel registro degli indagati sono stati intercettati, filmati, pedinati per oltre un anno dagli investigatori dell’Arma, e i faldoni sono diventati sempre più pesanti. Gli inquirenti sono convinti della presenza di un cartello che mirava a controllare e gestire gare di appalto regionali e comunali, influenzare scelte politiche, campagne elettorali, nomine e incarichi pubblici, tanto che nel febbraio 2018 e nei mesi seguenti i carabinieri hanno registrato diverse telefonate che confermerebbero la presenza del cartello.

Di questo presunto cartello discutono ad esempio al telefono tra loro due indagati, un uomo e una donna, intercettati dai carabinieri il 2 febbraio 2018 che parlano di elezioni, candidati, rapporti interni e rapporti di forza in Regione, nei Consigli comunali, nelle e tra le forze politiche, con particolare attenzione all’Uv che, si legge nella trascrizione di una intercettazione telefonica, “non è che adesso deve diventare un ricettacolo solo di gente…di mezzi banditi che fanno solo casini”.

Per saperne di più

pa.ga.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore