A domani | martedì 20 agosto 2019 18:58

A domani | 09 gennaio 2019, 05:00

Aosta: Centoz dimezzato, rimpasto o elezioni anticipate

Centoz, a sinistra, a merenda con Leonardo La Torre (PnV) per cercare sostegno

Centoz, a sinistra, a merenda con Leonardo La Torre (PnV) per cercare sostegno

E' certo: solo il soccorso rosso dell’opposizione può salvare il sindachino di Aosta, Fulvio Centoz. Un sindaco dimezzato avendo mezza maggioranza che lo contesta e chiede il rimpasto di Giunta. Se farà orecchi da mercante le elezioni anticipate potrebbero diventare realtà.

Oggi è in programma una riunione di maggioranza per la predisposizione del bilancio; e proprio oggi potrebbe iniziare la marcia per l’azzeramento della Giunta.

Ieri sera, in corso Battaglione Aosta, c'era un andirivieni di una decina di consiglieri di maggioranza che forse si sono riuniti per analizzare la situazione e concordare sulle richieste da formualre oggi al sindachino. Sono gli scontenti delle non scelte del Centoz, ma soprattutto del suo giocare su più tavoli, del suo fare e disfare senza confrontarsi con la Giunta e tanto meno con la maggioranza.

Soprattutto i fuoriusciti dal gruppo Pd non hanno digerito l’ingresso in Giunta di Malacrinò e la Presidenza del Consiglio all’Uv. Ma anche nell’Uv la contestazione è forte; soprattutto nei confronti della Vice sindaca unionista Antonella Marcoz sempre più staccata dal movimento che, contro il parere della alcuni consiglieri unionisti, ha manovrato per portare Sara Favre alla presidenza del Consiglio.

Sono solo le prime avvisaglie di una guerra interna al Consiglio comunale dove cresce la convinzione politica che Aosta è governata da un sindachino inadeguato che pensa di governare Aosta capitale come un comune di poche anime.

La maggioranza diventa sempre più inesistente quantitativamente e numericamente ed il sindaco dimezzato continua a vegetare con la stampella dell’opposizione. E intanto Aosta affonda.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore