POLITICA | giovedì 17 gennaio 2019 04:39

POLITICA | martedì 08 gennaio 2019, 11:12

Aosta; Sindaco, assessore e Digos al Quartiere Cogne, 'metteremo telecamere anti vandali'

Alcuni residenti annunciano però di voler organizzare ronde notturne neiie vie e presidi nei garages per impedire le continue azioni dei teppisti

L'assessore Girasole durante l'incontro con alcuni residenti del Quartiere Cogne

L'assessore Girasole durante l'incontro con alcuni residenti del Quartiere Cogne

Il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz, ha assicurato che farà installare telecamere di videosorveglianza al Quartiere Cogne di Aosta, dove da mesi imperversa di notte una banda di teppisti dedita a incendi e danneggiamenti.

La promessa nel pomeriggio di ieri, lunedì 7 gennaio, di fronte a una delegazione di residenti con i quali il primo cittadino si è intrattenuto al Centro anziani di via Vuillerminaz.

Prima dell'incontro l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Aosta, Luca Girasole e alcuni agenti della Digos della questura di Aosta hanno effettuato un sopralluogo nel quartiere, soprattutto al 'grattacielo alto' di via Chamonin dove ieri mattina si è sviluppato un incendio alquanto sospetto e in via Alessi, teatro di diversi raid teppistici con taglio di pneumatici e pericolosi roghi di cassonnetti dei rifiuti.

"Abbiamo incontrato la popolazione e certamente il livello di esasperazione è alto - spiega l'assessore Girasole - ma i residenti sono propositivi e hanno accolto con favore le nostre proposte; noi per parte nostra invitiamo i cittadini a telefonare alle Forze dell'ordine appena si sospetta la presenza in strada di malintenzionati: se si fa il proprio dovere con razionalità e buon senso non si deve temere di generare falsi allarmi; meglio una telefonata preventiva in più che una in meno". 

Il sindaco ha garantito l'impegno per l'installazione di una rete di videocamere in tutte le zone maggiormente a rischio del quartiere, il cui iter di realizzazione dovrebbe iniziare da subito.

Altra proposta, avanzata dall'assessore Girasole, l'organizzazione di eventi e manifestazioni serali soprattutto nelle vie e piazze più 'sensibili' e in particolare nei fine settimana, allo scopo di disincentivare la presenza dei teppisti.

Sempre ieri, però alcuni residenti si sono ritrovati autonomamente a casa di Loredana Brunod, portavoce degli inquilini del grattacielo e hanno annunciato di voler organizzare ronde notturne neiie vie e presidi nei garages per impedire le continue azioni dei teppisti

patrizio gabetti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore