Le Messager Campagnard | domenica 16 giugno 2019 19:29

Le Messager Campagnard | 07 gennaio 2019, 14:00

Politiche agricole previste dalla Regione nel 2019

Politiche agricole previste dalla Regione nel 2019

La Regione persegue nel triennio 2019-2021 l’attività di rilancio del settore agricolo con la riorganizzazione dell’assessorato.

In ambito agricolo-forestale è necessario, in particolare, sostenere il reddito delle imprese, l’occupazione, il ricambio generazionale e la manutenzione del territorio.

Gli obiettivi declinati nel Documento di economia e Finanza regionale per il triennio 2019-2021:

• migliorare le prestazioni e la sostenibilità delle aziende agricole attraverso misure di investimento nonché di sviluppo di attività extra-agricole;

• favorire l’insediamento dei giovani agricoltori;

• sostenere gli investimenti dei Consorzi di Miglioramento Fondiario, con particolare riferimento alle manutenzioni straordinarie delle infrastrutture agricole al fine di mantenerne l’efficienza e la sicurezza;(nella foto l'assessore all'agricoltura Laurent Vierin)

• definire la chiusura dei riordini fondiari per migliorare la sostenibilità economica delle aziende e la gestione del territorio;

• sostenere le aziende attive nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, con particolare riferimento alla copertura degli oneri di gestione delle strutture di proprietà pubblica e al trasporto del siero;

• sostenere la promozione, valorizzazione e difesa delle produzioni di qualità con riguardo allo sviluppo delle filiere agro-alimentari a partire del marchio unico di qualità dei prodotti;

• incentivare la monticazione in alpeggio quale misura di salvaguardia ambientale e di garanzia di produzione di alta qualità;

• dare continuità alle misure di prevenzione dei danni da calamità naturali e da fauna selvatica;

• favorire lo sviluppo delle aree rurali garantendo il presidio del territorio attraverso l’approccio Leader;

• promuovere sinergie tra tutti gli attori istituzionali, sociali e produttivi del settore agroalimentare e forestale, supportare gli enti e le associazioni operanti sul territorio e migliorare l’efficacia degli strumenti di comunicazione relativi al Psr 2014/20;

• promuovere l’adozione di pratiche agricole innovative e compatibili con l’ambiente e con la difesa e lo sviluppo della biodiversità agraria;

• incentivare l’adozione di tecniche di difesa efficaci e a ridotto impatto ambientale per la difesa delle risorse agricolo-forestali;

• trovare modalità di gestione della fauna selvatica rispettose delle aziende e dell’economia agricola;

• rafforzare la cooperazione transfrontaliera e transnazionale sugli argomenti di interesse comune; Regione Autonoma Valle d’Aosta – DEFR 2019-2021 41

• potenziare gli investimenti di tutela e manutenzione del territorio nei settori forestale e agricolo attraverso la realizzazione di un piano di interventi da eseguirsi mediante i cantieri forestali;

• assicurare, in un’ottica di tutela e valorizzazione delle risorse naturali, di difesa idrogeologica, di protezione dell’ambiente e di presidio, la piena operatività del Corpo forestale della Valle d’Aosta;

• incrementare gli investimenti del settore forestale al fine di garantire la multifunzionalità delle foreste con particolare riferimento alla valorizzazione della filiera foresta-legno;

• portare a termine la creazione dell’Agenzia agricolo-forestale;

• stabilizzazione del personale tecnico-amministrativo a supporto delle attività relative ai lavori nei settori della forestazione, della sentieristica e delle sistemazioni montane.

red. eco

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore