Aosta Capitale | lunedì 18 marzo 2019 19:24

Aosta Capitale | 04 gennaio 2019, 12:22

Aosta: Parcheggio plupiriano disertato, caos selvaggio negli stalli della Cidac

Aosta: Parcheggio plupiriano disertato, caos selvaggio negli stalli della Cidac

"Credo che sia necessario quanto prima un confronto tra privati e pubbliche amministrazioni regionale e comunale che sia definitivo, davvero risolutore, sulla 'questione parcheggi' nell'area Sud di Aosta". A dirlo è l'imprenditrice aostana Chiara Celesia, amministratrice dello storico supermercato Gros Cidac di Aosta, e le sue non sono parole dette a caso.

La Cidac dispone di un'area parcheggio molto vasta: stalli 'esterni' al fabbricato di proprietà regionale (quindi di utilizzo generico anche da parte di utenti diversi) e altri, propri, al coperto. Vicino al supermercato vi sono la stazione della funivia Aosta-Pila e il parcheggio pluripiano del Comune di Aosta di recente costruzione. I tanti turisti e valdostani che nei fine settimana e nel periodo delle festività natalizie si servono della funivia non si fanno problemi a parcheggiare negli spazi del Gros Cidac, disdegnando il parcheggio pluripiano che, pur se ridotti, presenta comunque dei costi. Risultato: al sabato, alla domenica e nei giorni festivi per i clienti del supermercato trovare stalli di sosta liberi può risultare un problema, con conseguente 'migrazione' ad altri centri commerciali. Il problema è ingigantito dal fatto che Cidac e Pila Spa hanno gli stessi 'punti di picco' di affluenza: nei giorni di festa si va in tanti a sciare e si fanno le 'grosse spese'.

"E' una situazione penalizzante per i nostri clienti e per i nostri dipendenti - afferma Celesia - con un danno economico rilevante per la nostra azienda. Senza tener conto del danno d'immagine per la Valle stessa: sicuramente non fa piacere agli stessi turisti la stridente visione di un parcheggio pubblico praticamente deserto e quello di un supermercato preso d'assalto in modo così 'selvaggio'. Tempo addietro si era avviato un tavolo di discussione sul problema, poi si è arenato certo non per volontà nostra. Sarebbe il caso di riaprirlo urgentemente e trovare una soluzione che possa accontentare tutti. Lo spazio c'è, le strutture ci sono, si deve forse trovare la volontà...".

In questi giorni il Comune di Aosta 'offre' la gratuità del parcheggio pluripiano sino a domenica 6 gennaio compresa. Una risposta 'tampone' apprezzabile ma, per l'appunto, temporanea e non risolutrice.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore