Dai comuni | mercoledì 26 giugno 2019 06:51

Dai comuni | 29 dicembre 2018, 10:02

Quart: Nel consiglio comunale irrompe l’uso ricreativo della cannabis

Su proposta del presidente Bruno Pallua sono state discusse congiuntamente le determinazioni proposte dalla maggioranza e la mozione della minoranza per chiedere l’impegno del Consiglio comunale per la tutela della salute dei ragazzi attraverso la prevenzione dall’uso ricreativo, come prodotto da fumo, della cannabis light

Quart: Nel consiglio comunale irrompe l’uso ricreativo della cannabis

Con una buona dose di coraggio il Consiglio comunale di Quart, forse il primo in Valle, ha affrontato un problema di grande attualità: l’uso della  cannabis light. A Quart, infatti, come ha ricordato Milena Zanardi, assessore allo Sport e tempo libero, Attività culturali, Associazioni,   Turismo e commercio, Infrastrutture sportive -  c’è un’ipotesi di apertura di una rivendita con la presumibile installazione di distributori automatici”. La Giunta si è immediatamente attivata e Cristina Désandré, assessora alle Politiche sociali e sanità, Volontariato, Emergenza abitativa, Progetti europei, ha informato il Consiglio di aver preso contatti con il Serd “per programmare incontri con la popolazione sul tema delle dipendenze giovanili e di voler attivare la Commissione competente per approfondire la problematica”.

Il consigliere Bruno Chaussod, consigliere del gruppo di minoranza che ha presentato la mozione, ha spiegato che la legge non vieta ma non autorizza espressamente l’utilizzo ricreativo della cannabis light e ha chiesto di esplicitare il coinvolgimento della Regione.

Al termine della discussione il Consiglio ha approvato all’unanimità un documento che impegna le Commissioni comunali competenti, integrate dal Sindaco e dagli Assessori competenti, “a compiere gli opportuni approfondimenti e studi in merito a queste specifiche esigenze analizzando: le normative nazionali che regolamentano tali tipologie di vendita e le eventuali normative regionali che ne dettaglino l’applicazione”.

Le commissioni dovranno, inoltre, verificare i requisiti e le autorizzazioni necessarie alla commercializzazione al dettaglio di tali prodotti, le possibilità per un ente locale, all’interno della sua potestà regolamentare di andare a normare tale tipologia di esercizi commerciali, prevedendo per esempio norme per la localizzazione nelle vicinanze di scuole ed edifici pubblici e per gli orari di apertura; le disposizioni che vi sono in materia di vigilanza alla vendita del prodotto e del suo utilizzo”.

Varie

In apertura dei lavori del Consiglio comunale di Quart, giovedì 27 dicembre, sono state porte le condoglianze al consigliere Federica Magliano per la scomparsa del padre Ezio, musicista apprezzato e componente della Commissione Biblioteca. Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente, l’assessore Cristina Désandré ha annunciato che sono stati posizionati cinque defibrillatori semiautomatici in teche riscaldate, con apertura a codice. Il sindaco Eugenio Acheron ha invece comunicato che è pervenuta, il 21 dicembre, dalla Struttura Forestazione e Sentieristica dell’Assessorato Ambiente, Risorse naturali e Corpo forestale della Regione autonoma Valle d’Aosta, la segnalazione che sarà dato seguito alla richiesta di taglio piante lungo strade comunali, formulata nel novembre 2017. 

Cani vaganti

I lavori sono proseguiti dando risposta a due interrogazioni: la prima riguardava il rinnovo della convenzione con Avapa per il recupero dei cani vaganti. Il sindaco ha risposto che la convenzione è stata prorogata sino al 31 dicembre e che è intenzione del  Celva rinnovarla, con quote di partecipazione pressoché invariate. A Quart, sono stati catturati 17 cani ed è il secondo Comune, dopo Aosta, per incidenza numerica. Dunque si aderirà nuovamente. Il consigliere Fabrizio Bertholin ha suggerito di sollecitare i cittadini a una maggior attenzione, poiché questi costi gravano sulla collettività.

Defibrillatori

 La seconda interrogazione era sulla donazione per l’acquisto di un defibrillatore automatico esterno. Ancora il consigliere Bertholin ha ricordato che aveva segnalato, in sede di approvazione del Bilancio 2018, che vi era stata la disponibilità - da parte di una concessionaria di automobili - di effettuare una donazione. Siccome è andata a buon fine, si è rammaricato che non sia stato riconosciuto alla minoranza il ruolo svolto. L’assessore Désandré ha risposto che questa è stata la prima convocazione consiliare e dunque la prima occasione per farlo.

Social

È stata data  risposta all’interpellanza in merito alla realizzazione di una pagina social del Comune.  L’assessore Paolo Fiori ha spiegato al consigliere Bertholin che le considerazioni in merito sono state fatte nel 2017, chiedendo una parere legale. L’avvocato ha sconsigliato l’attivazione di tale strumento per non esporre l’Ente a profili di responsabilità.

Bertholin ha replicato che non si dovrebbe necessariamente fare comunicazione politica su una pagina istituzionale e si è detto solo parzialmente soddisfatto.

Il sindaco e la Giunta sono stati impegnati a: “a) Prevedere fin da subito una intensificazione delle azioni atte a prevenire e contrastare l’uso ricreativo o “da fumo” della cannabis light; b) Promuovere azioni di informazione e sensibilizzazione dei ragazzi e della popolazione , sugli aspetti riguardanti in primis gli effetti sulla salute, ma anche i rischi indotti dell’uso di detti prodotti , nonché delle dipendenze in generale;                     c) Portare l’argomento all’attenzione del CPEL/CELVA, al fine di aprire un dibattito che possa portare a proposte normative come avvenuto per le misure di prevenzione e contrasto alla ludopatia; d) Trasmettere la presente mozione al Presidente del Consiglio regionale, al Presidente della Regione e all’Assessore regionale competente”.

Gestione asili nido

Il testo integrale è allegato. Approvata la subconvenzione per la gestione degli asili nido dell’Unité des Communes valdôtaines du Mont-Émilius. Il Gruppo civico Quart ha chiesto per quale ragione, nella ripartizione dei costi, non fosse stato utilizzato il metodo semplice della suddivisione del costo per il numero degli utenti. Il sindaco ha risposto che, in sede di Unité, effettuate le debite simulazioni, è stato individuato il metodo più equo. La minoranza si è astenuta. 

Piano partecipazioni

Approvato all’unanimità il Piano di razionalizzazione delle partecipazioni, decidendo di conservare le quote detenute dal Comune in Celva e in Inva. È stata riapprovata la bozza di convenzione per la concessione del servizio di Tesoreria comunale dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2022.

red. el.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore