ATTUALITÀ POLITICA | martedì 19 marzo 2019 18:47

ATTUALITÀ POLITICA | 23 dicembre 2018, 13:38

Dal Governo centrale poca attenzione alla montagna

Dal Governo centrale poca attenzione alla montagna

"Siamo preoccupati e dispiaciuti per una Legge di Bilancio che non valorizza adeguatamente la montagna e che è stata costruita in modo irrituale, spogliando il Parlamento dalle sue prerogative previste dalla Costituzione". In estrema sintesi il Senatore Laniece (Uv) spiega le ragioni della sua astensione sulla legge finanziaria dello Stato.

Intervenendo in aula, il senatore della Valle d'Aosta e vicepresidente del Gruppo per le Autonomie, Albert Lanièce, ha ricordato le proposte, per la montagna, presentate dal Gruppo: dall'introduzione di sgravi fiscali per le imprese turistiche, a proposte per rilancio degli stabilimenti termali con accordi transfrontalieri e relativa valorizzazione del turismo sanitario.

"Purtroppo i nostri emendamenti - commenta Laniece - non sono stati neppure discussi così come, in questa manovra, sono risultati assenti interventi a favore dell'agricoltura di montagna; ricordiamo che la scorsa legge di bilancio il nostro gruppo aveva contribuito a far approvare una somma di 4 milioni di euro per le attività agropastorali di alta montagna".

Il senatore della Valle d'Aosta prende atto "della scarsa attenzione del Governo verso il settore dell'energia idroelettrica, un'energia pulita, una voce importante dell'economia montana, così come sul tema dell'ammodernamento della linea ferroviaria Aosta-Torino: anche in questo caso non vi è stata la possibilità di discutere le nostre proposte in commissione bilancio".

Di più, la manovra contiene anche l'accordo economico-finanziario che la Regione Autonoma Valle d'Aosta ha siglato con il Governo circa un mese fa. "La chiusura del contenzioso contiene cifre e il ritorno economico per la Valle d'Aosta che paiono in ribasso e sotto le aspettative ma questo fa capire quanto sia difficile rapportarsi su questi temi con gli organi del Governo".

Infine il senatore Laniece manifesta "un sentimento di preoccupazione verso questa manovra finanziaria che contiene luci e ombre e tanti interrogativi sospesi ma soprattutto una forte perplessità sui metodi che il Governo ha voluto seguire in questa delicata ed importante fase della vita democratica del nostro paese".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore