Il rosso e il nero | mercoledì 26 giugno 2019 06:54

Il rosso e il nero | 20 dicembre 2018, 09:30

REGIONE: A CHE PUNTO E' LA NOTTE?

REGIONE: A CHE PUNTO E' LA NOTTE?

Siamo a fine anno. Tempo di bilanci. E le novità sono molte sul fronte occidentale. Il dibattito politico ha partorito una nuova maggioranza. Sì, siamo solo a 18, ma è sempre meglio che niente. Quali sono le novità che mi preme segnalare? Due innanzitutto e riguardano entrambe il PNV (Pour Notre Vallée). Questo partito (ormai è da considerare tale) ha assunto un ruolo determinante nel panorama politico regionale. Senza il suo apporto non ci sarebbe stata una nuova maggioranza, un Fosson a presidente della giunta. Ma non c'è solo questo.

Il dibattito sul bilancio regionale ha messo in evidenza anche la necessità di una eventuale apertura alla Lega per dare consistenza ad una altrimenti debole governabilità. E le recenti dichiarazioni di Fosson e Restano (pronubo La Torre) lo stanno a dimostrare.

Avere un interlocutore forte a Roma appare un passaggio necessario per dare consistenza ad una azione politica di sviluppo socio-economico della Valle, per non dover affondare nelle paludi di una gestione amministrativa asfittica, come dimostrano le prospettive del bilancio regionale che, così com'è, non lascia intravvedere né sviluppo, né benessere per la comunità valdostana.

La Regione è giunta ad un punto di svolta e deve decidere, deve ritrovare il coraggio di darsi una prospettiva per il suo futuro, deve saper uscire da una politica del giorno per giorno, deve saper dare risposte concrete e fattibili ad una comunità sempre più distante dai giochi della politica.

E' opportuno che suoni la sveglia anche per i leoni di chez nous che sembrano troppo assopiti. Che fine ha fatto il processo di riunificazione tra le due anime unioniste? Se non si svegliano i giochi li condurranno altri, già pronti a coprire vuoti di iniziativa. Per concludere, un accenno a due aspetti che ritengo significativi. L'affaire Casinò sembra entrato in un cono d'ombra (paura di scottarsi?).

Si sa che la soluzione sarà amara per tutti, specie per i lavoratori, ma allungare l'agonia non è politicamente corretto. Infine un accenno al SAVT. Il sindacato ha celebrato il suo ultimo congresso in un silenzio quasi tombale dei media locali.

Ma il risalto per l'intermediazione dei corpi sociali è fondamentale per una ripresa socio-economica regionale, a maggior ragione se riguarda un Sindacato che è, forse più di altri in Valle, diretta espressione del suo territorio. 

Romano dell'Aquila

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

mercoledì 19 giugno
SAPEURS POMPIERS 2
(h. 09:30)
sabato 08 giugno
STORIE PARALLELE
(h. 09:30)
giovedì 23 maggio
martedì 14 maggio
martedì 07 maggio
martedì 30 aprile
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore