| martedì 20 agosto 2019 19:01

| 18 dicembre 2018, 10:03

La Valle d’Aosta in ritardo sul progetto miglioramento strutture ricovero

La Valle d’Aosta in ritardo sul progetto miglioramento strutture ricovero

Il Segretario regionale di Cittadinanzattiva si dice allibito dal modus operandi dell’Azienda USL e dell’Assessorato sanità che hanno “aspettato” le ultime due settimane dell’anno per organizzare la diffusione dei dati emersi dal Progetto “La valutazione partecipata ed il miglioramento delle strutture di ricovero”, promosso dall'Agenzia Nazionale per i servizi sanitari (in collaborazione con l’Agenzia di Valutazione civica di Cittadinanzattiva) che ha già presentato il report nazionale nel mese di novembre.

Nonostante le precise indicazioni di AgeNas, l’organizzazione dell’evento locale è frutto di una decisione non partecipata e comunicata solo 9 giorni prima del convegno.

Purtroppo, a nulla è servito far notare che sia il Referente civico regionale (Segretario di Cittadinanzattiva della Valle d’Aosta) sia i membri dell’équipe locale non potessero essere presenti in virtù delle imminenti festività natalizie e dello scarso preavviso.

Pur comprendendo le ragioni delle Istituzioni coinvolte, non possiamo che stigmatizzarne il comportamento che rischia di trasformare gli attori principali in mere comparse.

Ci auspichiamo che i Piani di Miglioramento, redatti con tanta fatica dal Referente civico regionale - su mandato dell’équipe locale - e dalla Dott.ssa Viglianchino (Direzione Medica di Presidio), non diventino l’ennesimo libro dei sogni da chiudere nel cassetto per carenza di risorse e/o volontà politica.

Giovan Battista De Gattis Responsabile Back office CittadinanzAttiva VdA

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore