FEDE E RELIGIONI | venerdì 18 gennaio 2019 03:11

FEDE E RELIGIONI | sabato 15 dicembre 2018, 09:30

PAPA: Educare all’accoglienza e alla solidarietà

PAPA: Educare all’accoglienza e alla solidarietà

Bisogna educare le persone «all’accoglienza e alla solidarietà» per «evitare che i migranti e i profughi incontrino, sul loro cammino, indifferenza o, peggio, insofferenza». Lo ha detto Papa Francesco nel saluto rivolto agli artisti protagonisti del concerto di Natale in Vaticano, che avrà luogo sabato 15 dicembre.

Ricevendoli in udienza nella mattina di venerdì 14, nella Sala Clementina, il Pontefice li ha invitati a «riflettere sulla situazione di tanti uomini, donne e bambini del nostro tempo – migranti, profughi e rifugiati – in marcia per fuggire dalle guerre, dalle miserie causate dalle ingiustizie sociali e dai cambiamenti climatici». Anche Gesù, ha ricordato, «proveniva “da un altro luogo”».

E dunque «ci ricorda che la metà dei profughi di oggi, nel mondo, sono bambini, incolpevoli vittime delle ingiustizie umane». Da qui l'appello «a fare rete con l'educazione» per «spalancare i cancelli dei campi-profughi, consentire ai giovani migranti di inserirsi nelle società nuove, incontrando solidarietà,generosità e promuovendole a loro volta»: un obiettivo al quale mirano i progetti di Missioni Don Bosco in Uganda e di Scholas Occurrentes in Iraq, ai quali andrà il ricavato benefico del concerto.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore