Aosta Capitale | giovedì 20 giugno 2019 07:50

Aosta Capitale | 12 dicembre 2018, 14:57

Aosta: Sara Favre presidente del Consiglio ma la maggioranza si spacca

Le Président et le Comité Fédéral de l’Union Valdôtaine expriment leur satisfaction pour l’élection de Mme Sara Favre à la charge importante de Président du Conseil Communal de la Ville d’Aoste. Dans un moment très compliqué pour la politique Valdôtaine, le fait d’avoir une jeune femme pour la première fois à la Présidence du Conseil Communal, ne peut qu’être un signal d’espoir. Mme Favre, avec l’expérience acquise, saura assurer à l’assemblée l’impartialité nécessaire pour le bon déroulement des travaux.

Sara Favre con il prssidente dimissionario Michele Monteleone (skyTg)

Sara Favre con il prssidente dimissionario Michele Monteleone (skyTg)

Sara Favre (Uv) è il nuovo presidente del Consiglio comunale di Aosta. E' stata eletta dall'assemblea, con voto a scrutinio segreto, dopo un testa a testa con Vincenzo Caminiti (gruppo misto di maggioranza). Favre, già vicepresidente dell'asseblea comunale, ha ottenuto 13 voti, mentre Caminiti, suo compagno di maggioranza, 11 (5 le schede bianche). Sostituisce Michele Montelone (Pd).

Sara Favre, di 37 anni, dipendente di Arpa Valle d'Aosta, è la prima donna presidente nella storia del Consiglio comunale di Aosta.Nonostante oggi fosse l'unica candidata alla carica, al termine delle prime consultazioni aveva ottenuto 11 voti, gli stessi di Caminiti (1 a Cristina Galassi dell'Uv e 6 schede bianche). Quindi ha vinto con due voti di scarto il ballottaggio con l'esponente del gruppo misto di maggioranza.

"Non so se sia una brutta pagina quella scritta oggi, ma sancisce che lei oggi sindaco non ha più la maggioranza, perché ormai i dissensi all'interno della sua maggioranza sono strutturali", ha attaccato Etienne Andrione (Lega).

Sara Favre arriva al vertice del Consiglio comunale di Aosta nell'ambito di un accordo tra forze di maggioranza. Le dimissioni di Valerio Lancerotto (Uv) dalla carica di assessore ai Lavori pubblici avevano portato alla sua sostituzione con Antonino Malacrinò (Pd). (ANSA).

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore