Aosta Capitale | giovedì 20 giugno 2019 07:54

Aosta Capitale | 11 dicembre 2018, 14:05

Aosta: Sindaco Centoz, 'entro 20 dicembre fine lavori a nuovi alloggi Quartiere Cogne'

Il fabbricato del Contratto di Quartiere I

Il fabbricato del Contratto di Quartiere I

"I lavori al nuovo fabbricato del Contratto di Quartiere I dovranno terminare entro il 20 dicembre". Lo ha reso noto oggi il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz, durante la riunione della Terza commissione consiliare comunale 'Servizi alla persona', che ha esaminato tempi e modi dell'atteso trasferimento delle famiglie dai 'grattacieli' Erp alto e basso al quartiere Cogne nei nuovi 82 alloggi del 'Contratto di quartiere'.

"La ditta sta lavorando, sulla parte elettrica e su quella idraulica - ha precisato Centoz - allo stato attuale i lavori stanno andando avanti bene, quindi io spero che in quella data si possano chiudere e subito dopo si possa concludere la fase di collaudo e passare al trasferimento nei nuovi alloggi Arer".

Restano però incerti i tempi del collaudo. I commissari hanno ascoltato Andrea Florio, dirigente comunale dell'area Sviluppo e gestione del territorio, stabili e impianti, e il funzionario Andrea Lazzarotto. Tra agosto e settembre, durante la fase di collaudo, erano emersi dei problemi che i lavori in corso dovrebbero risolvere definitivamente.

"Tutti stanno aspettando la perizia che possa magari dire che l'immobile non è agibile - ha detto Vincenzo Caminiti (Gruppo misto di maggioranza, nella foto in basso a dx insieme a Marco Sorbara), presidente della Terza commissione riferendosi al grattacielo 'alto' che dovrà comunque essere demolito - e quindi tutti stanno aspettando il decreto del sindaco che possa sgomberare quell'edificio. Ma quella via, che in questo momento comporterebbe ancora lungaggini di mesi, può essere anticipata se c'è da parte di tutti gli inquilini la volontà di spostarsi in altri alloggi diversi da quelli del Contratto di Quartiere I. Cosa che ovviamente nessuno vuole fare". A generare le aspettative degli inquilini sugli imminenti traslochi nel nuovo complesso residenziale, oltre un anno fa, "sono state le dichiarazioni incaute rese durante chiacchierate personali dall'ex assessore comunale ai Servizia sociali, Marco Sorbara", ha detto Centoz. Ma per Caminiti "la colpa forse va suddivisa, quell'assessore faceva parte di una giunta".

Etienne Andrione (Lega) ha parlato di "sindrome da Fonzarelli" mentre Lorenzo Aiello (Gruppo misto di minoranza) ha proposto di impiegare i "170 mila euro che la ditta dovrà pagare di penale per coprire le caparre che dovranno versare gli inquilini dei grattacieli per entrare nei nuovi alloggi".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore