TURISMO VALLE D'AOSTA | lunedì 18 marzo 2019 19:30

TURISMO VALLE D'AOSTA | 09 dicembre 2018, 17:00

Gressan: È festa a Pila per l'accensione del grande Albero di Natale

Anche a voler cercare qualcosa che non sia andata per il verso giusto, una nota stonata, qualcosa da cambiare o migliorare è cosa ardua: è stato tutto perfetto

Il grande Albero di Natale

Il grande Albero di Natale

È stata davvero una grande festa, la kermesse organizzata a Pila dall’Amministrazione Comunale di Gressan e dal Consorzio Turistico “L’Espace di Pila” con la collaborazione della Pila SpA per dare inizio al periodo delle festività natalizie nella stazione della Conca con l’accensione del grande Albero di Natale, collocato in località Gorraz, di fronte alla Scuola di Sci di Pila, avvenuta l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata, giusto quando le tradizioni più radicate stabiliscono l’avvio dei festeggiamenti per le varie ricorrenze del fine.

Tutto perfetto ed emozionante, a partire dalla musica della DJ Set di Radio Rai, Ema Stokholma, salita a Pila fin da Roma per far ballare i tanti, ospiti e residenti, che dal tardo pomeriggio fino a sera hanno partecipato alla iniziativa, in un’atmosfera calda ed avvolgente dove anche qualche fiocco di neve, che è caduto fin dall’inizio della manifestazione, ha certamente contribuito ad ammantare di fascino la festa.

Agli onori di casa ed agli auguri che il Sindaco di Gressan, Michel Martinet, ha voluto testimoniare, sul palco assieme al presidente della Pila SpA Davide Vuillermoz ed a Luca Lomazzi,  General Manager di Sisheido Italia, la prestigiosa azienda multinazionale di cosmetici che, anche quest’anno, ha voluto legare il suo marchio ai panorami ed alle atmosfere di Pila.

Certamente l’emozione più grande è stato il conto alla rovescia guidato da Ema Stokholma al termine del quale il grande Abete si è acceso di tantissime luci brillanti, che continueranno ad illuminare le sere e le notti della stazione di Pila fino al 6 gennaio del prossimo anno, giorno dell’Epifania.

E dopo l’accensione, ancora musica, una buona fetta di panettone, vin brulé e minestrone, distribuito sotto i portici della funivia di Grand Grimod e poi via, verso le tante fantastiche baite della Conca di Pila, per assaporare una cena in tutta tranquillità e senza troppa attenzione all’orologio, visto che la telecabina Aosta-Pila, grazie alla collaborazione della Pila SpA, è stata in funzione in modo continuativo fino alle 23. Stefano Meroni.

st.me.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore