FEDE E RELIGIONI | domenica 16 dicembre 2018 14:52

FEDE E RELIGIONI | martedì 04 dicembre 2018, 00:10

OGGI martedì 4 sainte Barbe

“Per favore mettevi in politica, ma per favore nella grande politica, nella politica con la P maiuscola” e ancora: “«Cattolici in politica, non serve un partito”. (Papa Francesco)

OGGI martedì 4 sainte Barbe

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Martedì 4 dicembre
Vescovado - mattino
Udienze

Mercoledì 5 dicembre
Pont-Saint-Martin - ore 17.00
Incontro "Cantieri di LavORO"

Giovedì 6 dicembre
Saluzzo - mattino
Predicazione ritiro del clero

Venerdì 7 dicembre
Curia Vescovile - ore 14.30
Riunione Commissione paritetica beni culturali Diocesi-Regione

Sabato 8 dicembre
Cattedrale - ore 10.30
S. Messa per la Solennità dell'Immacolata Concezione

Domenica 9 dicembre
Cattedrale - ore 15.00
S. Messa e commemorazione del 50° anniversario dell'Ordinazione episcopale
e dell'ingresso in diocesi di Mons. Ovidio Lari

Lunedì 10 dicembre
Priorato di Saint-Pierre - ore 9.30
Ritiro d'Avvento per il clero

Lunedì 10 - martedì 11 dicembre
Roma
Comitato per la valutazione dei progetti di intervento
a favore dei beni culturali ecclesiastici e dell'edilizia di culto

Mercoledì 12 dicembre
Aosta, Saletta Palazzo Regionale - ore 10.00
Incontro organizzato dalla Fondazione CRT

Giovedì 13 dicembre
Pianezza - mattino
Commissione Presbiterale regionale

Pianezza - pomeriggio
Direttivo Commissione Presbiterale regionale

Sabato 15 dicembre
Torino, Basilica di Maria Ausiliatrice - ore 11.00
S. Messa in preparazione al Natale per l'Ordine di Malta

Cattedrale di Alba - ore 15.30
Ordinazione episcopale di S.E. Mons. Marco Mellino

•Le Messager Valdotain martedì 4 sainte Barbe

La Chiesa onora  Santa Barbara Vergine e martire

Nacque a Nicomedia nel 273. Si distinse per l'impegno nello studio e per la riservatezza, qualità che le giovarono la qualifica di «barbara», cioè straniera, non romana. Tra il 286-287 Barbara si trasferì presso la villa rustica di Scandriglia, oggi in provincia di Rieti, al seguito del padre Dioscoro, collaboratore dell'imperatore Massimiano Erculeo. La conversione alla fede cristiana di Barbara provocò l'ira di Dioscoro. La ragazza fu così costretta a rifugiarsi in un bosco dopo aver distrutto gli dei nella villa del padre. Trovata, fu consegnata al prefetto Marciano. Durante il processo che iniziò il 2 dicembre 290 Barbara difese il proprio credo ed esortò Dioscoro, il prefetto ed i presenti a ripudiare la religione pagana per abbracciare la fede cristiana. Questo le costò dolorose torture. Il 4 dicembre, infine, fu decapitata con la spada dallo stesso Dioscoro, che fu colpito però da un fulmine. La tradizione invoca Barbara contro i fulmini, il fuoco e la morte improvvisa. I suoi resti si trovano nella cattedrale di Rieti.

Il sole sorge alle ore 7,50 e tramonta alle ore 16,37.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore