CULTURA | mercoledì 19 dicembre 2018 03:31

CULTURA | martedì 04 dicembre 2018, 09:09

Musica alchemica dei Teoria delle Nuvole

Il risultato è il frutto di una ricerca stilistica che mescola il moderno e il vintage, ma che tiene fortemente nel suo grembo le radici del cantautorato italiano

Musica alchemica dei Teoria delle Nuvole

La Teoria Delle Nuvole è un nome concettuale. L’accostamento della matematica e della poesia. La teoria come ricerca, le nuvole come l’essere. Ogni brano è un mondo a sé stante, un insieme di colori, sensazioni, melodie, ricercate e amalgamate per raffigurare il senso della traccia. In un’epoca in cui le armonie sono state relegate e confezionate a campionamenti, in cui la musica passa nei lettori e nelle radio a velocità stratosferica, il componimento de LtdN vuole risultare una polaroid, un time lapse musicale che non si limita ad un singolo contesto, ma miscela l’insieme degli stili che caratterizzano la storia della musica contemporanea.

Si potrebbe forse definire Indie blended, oppure rock ad incastri o più generalmente art progressive.

Voce: Andrea Bourbon Chitarra: Matteo Vallet Chitarra: Tonino Campiti Basso: Giuseppe Zingale Batteria: Roberto Girardi Percussioni: Corrado Ghinelli Sax: Battista De Gattis. 

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore