CULTURA | giovedì 13 dicembre 2018 12:53

CULTURA | lunedì 03 dicembre 2018, 09:30

‘La storia’, il mare e… Batumi

Verso le piste di sci di Goderzi

Verso le piste di sci di Goderzi

"La storia del Caucaso risale alla Grecia antica, poiché a esplorarlo furono navigatori greci di Mileto nell’VIII secolo a.C. Il litorale del Mar Nero divenne così sede di numerose colonie greche; una di queste: Batumi, Georgia".  

Nell’anno delle celebrazioni del Venticinquesimo anniversario della fondazione  della compagnia di bandiera del Paese  caucasico (la Georgian Airways, ndr) volare alla volta della nazione dotata di una variegata offerta turistica e commerciale non è più un problema, al pari dell’effettuazione di un blitz nella bella Batumi, località balneare georgiana sul Mar Nero - tutta protesa al futuro e alla modernità -.

Batumi, capoluogo dell’Adjara…  

Arrivarci con Georgian Airways da Bologna via Tbilisi o… in traghetto, nave, dalla Bulgaria e Ucraina scegliendo il rumore dell’acqua e gli avvistamenti di delfini e gabbiani, può essere la scelta giusta, all’insegna di una vacanza targata diversità.   Oltre gli spazi ‘senza ostacoli’ di una romantica  navigazione lenta, prima di quel particolare orizzonte ‘linea blu vibrante di onde’ che anticipa l’apparire della costa verde, Batumi è rivelazione di grattacieli, torri ed edifici iconici, a cavallo tra l’Est e l’Ovest, destinati a emergere tra i simboli della Georgia contemporanea.  

Eppure l’Adjara, così come la restante Georgia, è realtà che vive ancora di agricoltura e pastorizia, e ovunque a prevalere è la natura, smisurata e indomita, dalle montagne del Caucaso alle colline avvolte dalla bruma, dai monti del Goderdzi (stazioni sciistiche a 2.022/2.500 metri) alle baie eterne e solitarie dove si specchiano le colture del tè, permesse da una microclima subtropicale. Inatteso.

Nella straordinaria varietà geografica dell’Adjara e del Paese, il ruralismo, tuttavia, può essere vissuto e contemplato nel modo più adeguato; "…la differenza  -   dicono  -  sta nel fatto che è il nuovo arrivato a decidere quando voler passare da un mondo all’altro".  

Quasi un gioco di società da iniziare, da una struttura tecnologicamente avanzata e dal carattere  distintivo di Batumi, e finire tra i custodi del sapere millenario in zone enigmatiche e villaggi remoti là dove si realizzano oggetti di rara bellezza capaci di stare da protagonisti in qualsiasi contesto, nella casa domotica quanto in un locale che sa d’antico. I rilievi di particolare suggestione e le zone interne dell’Adjara, le balze e i contrafforti del Caucaso Minore, i centri degli equidi e i rifugi di nicottere, guardabuoi e aironi? Dalla città delle città sul Mar Nero (Batumi!), un percorso che inizia a Nordest del parco nazionale di Mtirala, può portare al mito, all’estasi e a grumi di case aggrappate tra loro come per paura. Dimore di legno in posti mozzafiato, dove arte, storia, ambiente e agricoltura custodiscono un patrimonio di bellezze e bontà gastronomiche che meritano una visita.

Angoli d’Adjara dalle origini fiabesche, siti da cartolina, immensi noceti e boschi crocevia di numerosi popoli e culla di antiche tradizioni. Il tracciato naturalistico dei vecchi mulini ad acqua è da scoprire, magari per ascoltare le antiche melodie riproposte con strumenti musicali sconosciuti, sulla strada per Beshumi, immaginando l’importante manifestazione equina di agosto. Alla ricerca del dettaglio.  

Notizie in valigia

Documento di frontiera. Passaporto individuale con scadenza non inferiore ai sei mesi dalla data di rientro.

Come arrivare. In aereo, da Bologna a Batumi via Tbilisi con Georgian Airways (www. georgian-airways.com/ tel.06.4381022;0543.488194). Il prezzo di un volo dall’Italia per la Georgia parte da 113 euro a/r.

Dove mangiare e dormire. A Tbilisi: Astoria Tbilisi Hotel; a Batumi: Colosseum Marina Hotel, Sheraton Marina.

A tavola. Prelibate carni: ovine, bovine e suine, stufate con vino e spezie o arrosto con salsa di susine. Buono il formaggio fresco di capra, lo yogurt (matsoni) denso e saporito. Ottimi gli antipastini  -   numerosi  -  e i piatti di verdure in salsa di noci e aglio. I “khinkali” sono ravioli di carne.

Richiami turistici. A Tbilisi: la cattedrale di Tsminda Sameba sul colle Elia, il forte di Narikala, la statua di Madre Georgia, la chiesa di Metekhi (custodisce la tomba di Santa Shushanik), la basilica di Sioni (sec. VII), Rustavelis gamziri (il viale importante dedicato al poeta Shota Rustaveli), i molti musei, il mercato, Kote Abkhazi , la via principale. A Batumi: la scultura metallica di Ali &Nino, la Torre dell’Alfabeto, le Fontane danzanti, il monumento a Medea, il Delfinario, il Museo d’Arte dell’Adjara, i Giardini Botanici, i belvedere, l’atmosfera rilassata , l’ambiente e la natura. Oltre Batumi: la fortezza di Gonio-Apsarus, con la tomba di San Matteo apostolo.

Acquisti. Tappeti, vini, spezie, gioielli dipinti con smalti colorati, ceramiche decorate e piccole sculture di artisti locali che si ispirano alla cultura del posto.

Info. Batumi Tourist, King Farnavaz str. 84/86, Batumi 6010, tel. 00995. 577 90 90 93.

In calendario. La Georgia, nei viaggi di Metamondo, tel. 041.8899333.

pietro semino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore