ECONOMIA | mercoledì 19 dicembre 2018 03:36

ECONOMIA | giovedì 29 novembre 2018, 09:00

Le vacanze invernali in Valle d’Aosta si pagano con lo smartphone

Siglato accordo tra Tinaba, Adava e Pila Spa che consentirà ai turisti che visitano la Valle d’Aosta di pagare le proprie vacanze direttamente con lo smartphone

Le vacanze invernali in Valle d’Aosta si pagano con lo smartphone

L'accordo rappresenta un vero e proprio progetto pilota nell’ambito di una partnership più ampia in corso di sviluppo con Federalberghi, volta a dotare i propri associati di strumenti evoluti di relazione con i propri clienti e di pagamento.

Grazie alla collaborazione con Adava, l’associazione valdostana degli albergatori e delle imprese turistiche, tutti gli associati potranno dotarsi degli innovativi strumenti di pagamento offerti da Tinaba, andando così incontro alle abitudini dei consumatori di oggi che tendono a preferire pagamenti digitali veloci e sicuri.

Allo stesso tempo, gli associati Adava potranno contare su una tecnologia che consentirà loro di fruire dei più innovativi sistemi di gestione della clientela alla stregua dei principali player online al fine di offrire un servizio sempre più evoluto. Inoltre, l’accordo con Pila Spa, gestore degli impianti di risalita dell’omonima stazione sciistica valdostana, permetterà agli amanti dello sci di acquistare gli skipass pagando comodamente tramite l’app Tinaba.

L’accordo è stato illustrato da Matteo Arpe - Fondatore di Tinaba - in occasione del seminario “Un mondo accelerato: i grandi cambiamenti dell’economia mondiale” tenutosi ieri nell’Università della Valle d’Aosta, introdotto dal rettore della stessa Università, dottor Fabrizio Cassella, e dall’assessore regionale alle Finanze Stefano Aggravi, che ha visto anche la partecipazione del presidente dell’Adava Filippo Gérard e del presidente della Pila Spa Davide Vuillermoz.

“Oltre all’interesse nel presentare questo innovativo sistema di pagamento senza commissioni, siamo particolarmente orgogliosi del fatto che TINABA e il dottor Matteo Arpe abbiano scelto la Valle d’Aosta e la nostra associazione come primo partner del settore turistico alberghiero a livello nazionale per lanciare questa iniziativa”, ha spiegato il presidente dell’Adava Filippo Gérard (nella foto).

Dopo le partnership avviate nei mesi scorsi per portare i pagamenti digitali in tutta Italia – dai taxi alle stazioni di servizio, dai negozi alle edicole, dal recente accordo con Paymat per acquistare le ricariche telefoniche direttamente via app, dall’accordo con ePRICE per lo shopping online alla partnership con Disney Pixar e il lancio del servizio, insieme a Banca Profilo, del Robo Advisory per le gestioni patrimoniali - le collaborazioni presentate oggi rafforzano il posizionamento di Tinaba, che entra anche nel settore turistico italiano, confermandosi come la prima fintech italiana in grado, di offrire in una unica app servizi bancari, di trasferimento peer-to-peer, un evoluto sistema di pagamenti, charity e crowdfunding. Ad oggi, l’app Tinaba vanta oltre 600 mila download e un tasso di crescita degli utenti di circa il 10% al mese.

Matteo Arpe, fondatore di Tinaba, ha commentato: “Sono onorato di dare il via oggi a queste nuove collaborazioni che rafforzano ulteriormente l’ecosistema di servizi offerti da Tinaba entrando in un settore, come quello turistico, di estrema importanza nel nostro Paese. Questi accordi rappresentano un ulteriore passo avanti nel processo innovativo che avvicina il settore bancario e finanziario alle persone in modo semplice e gratuito”.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore