CULTURA | giovedì 13 dicembre 2018 12:53

CULTURA | domenica 25 novembre 2018, 10:06

Commissari sulle tracce del male

E' inziata sabato 24 novembre la seconda serie di “Commissari – sulle tracce del male” un programma in otto puntate condotto da Pino Rinaldi e realizzato con la collaborazione della Polizia di Stato

Commissari sulle tracce del male

La serie racconta l’attività d’indagine svolta dagli “investigatori” della Polizia di Stato su alcuni casi di cronaca giudiziaria avvenuti in diverse città d’Italia che hanno segnato profondamente il loro lato umano. Protagonista di ogni puntata è il “Commissario” che ha trattato il caso, colui che alla fine si è trovato faccia a faccia con il responsabile del reato.

Sarà lui, intervistato da Pino Rinaldi, il volto e la voce narrante del racconto dell’attività investigativa svolta. Il racconto del “Commissario” sarà arricchito dal materiale documentaristico di repertorio e dal ricordo dell’esperienza vissuta insieme alla sua squadra che lavorando al suo fianco ha contribuito alla risoluzione del caso di cronaca giudiziaria.

Nella prima puntata 'La Donna senza mani': è il 5 novembre del 2009, siamo a Varese, il “Commissario” Sebastiano Bartolotta è a cena. Riceve la telefonata da un suo collaboratore che gli comunica che c’è stato un omicidio, una donna è stata uccisa nella propria abitazione con ventidue coltellate e le sono state mozzate le mani.

Il “commissario” si precipita immediatamente sul luogo del delitto. Perché tanta ferocia? Chi può aver compiuto quel gesto così efferato? In questa puntata Pino Rinaldi e il Dirigente della Polizia di Stato Sebastiano Bartolotta ripercorrono le fasi delle indagini per arrivare alla verità.

“COMMISSARI - Sulle tracce del male” è un programma di Giuseppe Rinaldi scritto con Marcello Conte, Produttore esecutivo Giovanna Canosa, Delegato Rai Valeria Durante, regia di Andrea D’Asaro. Una produzione Magnolia per Rai.

red. spe.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore