| domenica 19 maggio 2019 19:23

| 20 novembre 2018, 06:00

L'OPINIONE DI CITTADINANZATTIVA VDA: Se la politica parla a vanvera

L'OPINIONE DI CITTADINANZATTIVA VDA: Se la politica parla a vanvera

Siamo stanchi di sentire solo parole a vanvera, spesso proferite da soggetti che non conoscono la materia o che studiano dossier da mesi senza riuscire a trovare soluzioni efficaci. Auspichiamo che i politici passino rapidissimamente dalla teoria alla pratica oppure che si dimettano al più presto per ridare voce agli elettori.

Quasi tutti i Consiglieri parlano, si alterano, si accusano (qualcuno fa il duro e puro, senza averne la certificazione) ma, al netto della commedia, per la collettività concludono veramente poco. La parola d’ordine sembra essere “spararle grosse” e non preoccuparsi se alla base di quanto si dice vi è incompetenza, ignoranza o valori etico-morali medio-bassi; poco importa che le parole dei politici trovino riscontro nella realtà o possano concretamente risolvere i problemi dei cittadini, i quali stanno diventando carnefici e vittime di un sistema socio-economico a rischio di rottura.

In Valle d’Aosta i programmi elettorali e le promesse agli “amati” elettori sono durate un’estate; esse sono ormai come l’aria maleodorante intrappolata nella “vanvera”. Le sorti della nostra regione continuano ad essere nelle mani  di un ristretto gruppo di persone che nell'ultimo periodo sta cercando di coinvolgere passivamente anche i cittadini onesti e/o le associazioni che li rappresentano.

Quasi tutti i politici con cui si è confrontata Cittadinanzattiva hanno ascoltato le sue istanze, preso appunti, manifestato solidarietà per poi non fare quasi nulla o addirittura l’esatto contrario di quanto suggerito.

L'unico problema della Valle d’Aosta sembrava essere il modus operandi di Augusto Rollandin che, tuttavia, ha rappresentato (nel bene o nel male) una soluzione pragmatica per governare una regione in cui la partecipazione civica attiva cresce molto a rilento.

Troppe le forze politiche rappresentate in Consiglio che faticano a coinvolgere i cittadini oltre a non riuscire a dare il buon esempio nella gestione della cosa pubblica o nella presa di decisioni che sembrano costruite da entità astratte e lontane anni luce dai principi democratici sanciti dalla nostra Costituzione.

Giovan Battista De Gattis Resp. Back office CittadinanzAttiva VdA

Giovan Battista De Gattis Resp. Back office CittadinanzAttiva VdA

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore