Panta Rei | venerdì 18 gennaio 2019 03:10

Panta Rei | sabato 17 novembre 2018, 09:30

Torniamo assieme...come e quando?

Torniamo assieme...come e quando?

Hai un bel da dire “torniamo insieme”, quando la crisi è durata per anni, le discussioni sono state all’ordine del giorno e adesso, per opportunismo, pensate che forse si potrebbe anche riprovare.

Hai un bel da dire “in fondo siamo una bella famiglia”, fingendo di dimenticare i continui tradimenti e gli inspiegabili, quanto imprevedibili e improvvisi, voltafaccia in nome del “ci ho pensato meglio e…” Bello pensare di rifare il matrimonio (“si, dai, sposiamoci di nuovo!”) ma poi, a due passi dal sindaco e damigelle, accorgersi che proprio non s’ha da fare, quei bei programmi di rinnovata luna di miele non concordano, l’uno al mare e l’altra in montagna e via di seguito.

Bene, la buona volontà c’è stata, forse per un poco ci hanno creduto anche parenti e amici e già avevano preparato l’abito da cerimonia. Certo però, quei veti continui (“vivere con tua mamma non se ne parla, la zia Adelina non la voglio, il cugino Gilberto mai e poi mai”) la dicevano lunga su come sarebbero potute andare le cose. E così via, abbiamo scherzato, non se ne parla più. Ma scusate, come far finta di niente con Alpe? Al posto del galletto oramai tutti ci vedono la quaglia sul distintivo, tanti sono stati i passaggi di qua e di là da una maggioranza all’altra, sempre “per senso di responsabilità” ma in realtà puntando alla poltrona, ora addirittura quella da presidente.

In quel caso , è vero, potremmo contare su una certa stabilità, perché pur di non mollare farebbero carte false . Come fidarsi del Gruppo misto (Emily Rini), che già chiamarsi gruppo ce ne vuole di fantasia se ti confronti  solo con te stessa? Chi ti assicura che il giorno dopo non dica che ha riflettuto e così non le sta più bene e buonanotte a suonatori (perché i “suonati” non dormirebbero di certo più)? Stella Alpina poi, con quel suo imporre Marquis alla presidenza (anche lui…)?

Per carità, è uscito tranquillo dalle note vicende, ma chi giurerebbe sulla certezza di non trovarsi bigliettoni diffamatori qua e là per l’ufficio? E i due Leoni? Sembrano i soli ad aver trovato la quadra, un programma comune: dormire e stare a vedere che succede. Il tutto scrutando se qualcun altro, per caso passando di lì, non decidesse di unirsi alla festa. Perché manca il numero, signori, quelle due damigelle che accompagnino i riottosi non più novelli  sposi all’altare.

Sia chiaro, a sottolineare tutto ciò, non sono i consiglieri seduti in Regione, a brontolare sembra che siano finalmente le cosiddette basi dei vari movimenti. Cioè la gente, che finalmente sembra voglia dire basta a questo tragicomico spettacolo di politica del nulla.

Allora, signori politici, vogliamo cominciare ad ascoltare questa gente che vi ha dato fiducia, che continua nonostante tutto a credere che qualcosa di buono potreste combinare e che ha tanta voglia di vedere la nostra Valle tornare a sorridere? Dopodiché continuate pure a cercare la réunion finché morte non vi separi.

Purchè non sia la morte della Politica, però.

panta rey

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

martedì 08 gennaio
lunedì 31 dicembre
lunedì 24 dicembre
domenica 23 dicembre
sabato 08 dicembre
sabato 01 dicembre
sabato 24 novembre
mercoledì 21 novembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore