ECONOMIA | giovedì 18 luglio 2019 13:51

ECONOMIA | 15 novembre 2018, 14:26

Federazione Pubblici Esercizi preoccupata per futuro casino

Federazione Pubblici Esercizi preoccupata per futuro casino

Le problematiche vissute dalle Case da Gioco italiane sono state tra i temi affrontati durante l’Assemblea di Fipe - Confcommercio, che si è tenuta nella giornata di oggi a Roma. Il Presidente della FIPE, Lino Stoppani, ha sottolineato il grave momento che stanno attraversando i casinò italiani, in modo particolare quello di Campione e Saint Vincent, per i quali andrebbero valutati "interventi di sostegno e di ridefinizione del modello di business”, puntando sul contributo da loro offerto come elementi di attrazione turistica e generatori di gettito fiscale, oltre che oasi di gioco lecito e sicuro.

Il Presidente di Federgioco Olmo Romeo (nella foto), che ha preso parte ai lavori dell’Assemblea di Fipe - Confcommercio, ringraziando il Presidente Stoppani per le parole spese nei confronti della difficoltà del settore, ha affermato che i casinò italiani stanno operando in un momento di grande difficoltà ulteriormente aggravato dalle norme poco felici del Decreto Dignità.

Facendo riferimento a Saint Vincent, si è augurato che la procedura di concordato, presentata dal Casinò di Saint Vincent e accettata dal tribunale di Aosta, possa giungere a buon fine, senza dimenticare che ad oggi c’è una Casa da Gioco chiusa, il Casinò di Campione, che non raccoglie più gioco da fine luglio, e nonostante le rassicurazioni del Ministero degli Interni la situazione è ancora in fase di stallo. Da questa estate ci sono 600 lavoratori che non percepiscono stipendi e non hanno certezze per il futuro.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore