Consiglio Valle | martedì 20 novembre 2018 19:32

Consiglio Valle | giovedì 08 novembre 2018, 15:19

Lega apre all'Uv, il Mouv al mondo intero

Ma dal 20 maggio non è cambiato nulla se non che oggi Lega e Mouv si sono resi conto che nono in grado di governare. Spelgatti prima si dimetta e poi chieda scusa alla Valle d'Aosta che non è marcia. nel marciume ci stanno guazzando altri

Lega apre all'Uv, il Mouv al mondo intero

La Lega Vallée d'Aoste è pronta e disponibile ad incontrare l'Union valdotaine per discutere di un eventuale percorso che porti a superare l'attuale crisi politica in Regione. Da quanto riporta l'Ansa lo ha confermato il consigliere regionale Roberto Luboz al termine di una riunione con i colleghi di maggioranza di Mouv'."Non c'è più il veto che era stato posto a maggio - spiega Luboz - perchè gli eventi ci hanno portato a riconsiderare la situazione. Inoltre le aperture fatte dal segretario dell'Uv Lavevaz durante il congresso non ci hanno lasciati indifferenti".

I consiglieri della Lega Vda e quelli di Mouv' si incontreranno ancora nel pomeriggio per definire un eventuale calendario di incontri e per fissare alcuni punti programmatici da portare al tavolo. "L'idea - conclude Luboz - è di incontrare i movimenti politici e non i gruppi consiliari ma su quest'aspetto non è ancora stata presa una decisione". Ma in una nota i gruppi consiliari di Lega Vallée d'Aoste e Mouv', insieme con le rispettive forze politiche, nel rispetto delle proprie identità politiche, e sulla base del programma condiviso a inizio Legislatura, prendono atto delle dimissioni di alcuni Assessori rassegnate ieri, mercoledì 7 novembre 2018, e desiderano rivendicare il percorso fin qui intrapreso con determinazione e coerenza, improntato a un nuovo assetto del “sistema Valle d’Aosta”, che ad oggi ha già portato a numerosi risultati raggiunti, dalla chiusura del contenzioso fiscale, che porterà 130 mln ai valdostani, alle importanti decisioni sulla scuola polmone, dal rinnovo dei contratti del pubblico impiego al processo di risanamento del Casinò senza ulteriori fondi pubblici ed ingerenze partitiche. Ma si sono dimenticati del casino.

«Alla luce di questo - affermano i Consiglieri di Lega VdA e Mouv' -, desideriamo riaffermare con forza la necessità di proseguire sul percorso iniziato il 20 maggio, certi di non aver mai eluso i principi ispiratori di quel progetto di risanamento della nostra Regione, e desiderosi di rispondere alla crisi politica ricomponendo al più presto una diversa maggioranza regionale di scopo e, quindi, a tempo.»

«In relazione a quanto avvenuto ieri - proseguono i Consiglieri di Lega VdA e Mouv' -, è evidente che i problemi di coesione registrati sono da attribuirsi all'atteggiamento di ben specifici gruppi politici e singoli soggetti, probabilmente convinti di ammantare, sotto la parola cambiamento, la realizzazione di progetti personali diversi dal bene comune.»

Per questo motivo - spiega la nota - vista la crisi politica creatasi durante l'ultimo Consiglio regionale, riaffermata la necessità urgente di proseguire l'impegno assunto con la candidatura alle elezioni, i gruppi consiliari e le forze politiche di Lega Vallée d'Aoste e Mouv' hanno deciso, di comune accordo, di aprire un tavolo di consultazioni, per esplorare la possibilità di concludere un contratto di governo con le Segreterie politiche di quelle forze o con i singoli Consiglieri che desiderano impegnarsi nella prosecuzione del cambiamento della Valle d'Aosta.Cosa sia cambiato dal 20 maggio ad oggi, come sostenuto la Luboz è tutto da chiarire.

Non è cambiato nulla se non che oggi Lega e Mouv si sono resi conto che nono in grado di governare.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore