ControCultura | giovedì 13 dicembre 2018 12:57

ControCultura | giovedì 01 novembre 2018, 09:20

RESPIRA UNA NUOVA LIBERTÀ

RESPIRA UNA NUOVA LIBERTÀ

Arton Capital, una società di consulenza, ha elaborato anche quest’anno il passport index, una classifica della “desiderabilità” del passaporto, di 199 nazioni del mondo. Il passaporto diventa più potente, quindi più desiderabile, considerando il numero dei paesi in cui si può entrare senza visto o dove ottenerlo all’arrivo è molto semplice. Fortunatamente il nostro paese è tra i primi in classifica: avere un passaporto italiano ci apre le porte del mondo. Un italiano può viaggiare in 164 paesi senza richiedere il visto, praticamente ovunque! Con un passaporto in fondo alla classifica, invece, la tua vita è fortemente limitata. Se sei un ragazzo afgano ad esempio, puoi viaggiare senza visto in soli 31 paesi, non puoi studiare all’estero e partecipare a programmi come l’Erasmus, non puoi specializzarti, non puoi andare a vedere il concerto del tuo gruppo musicale preferito, non puoi prendere un volo last minute, escludendo poi dal tuo vocabolario il “viaggio da turismo”.

È impressionante come il tipo di passaporto che ereditiamo alla nascita, potrebbe condizionare e limitare incredibilmente la nostra vita! Riflettevo su come il ragazzo afgano non abbia la percezione di quanto la sua libertà sia ridotta rispetto ad un italiano. Siamo “schiavi” senza rendercene conto!

“Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo”. (Anonimo)

Nello stesso modo facciamo fatica a renderci conto di quanto siamo schiavi della paura, dell’invidia, dell’insoddisfazione, della superstizione, dei pensieri negativi o ossessivi, dell’ansia e di molto altro.

Acquisire un passaporto più “desiderabile” è difficile e richiede tempistiche molto lunghe, Dio invece può liberarci in un istante. Come?

Egli ci libera da tutto ciò che ci rende schiavi, cambia la condizione del nostro cuore e scioglie quello che ci tiene legati. È sufficiente fare un passo verso di Lui e credere che abbia mandato Suo figlio Gesù a morire sulla croce per riscattarci da tutto questo. La croce è pazzia e potenza al tempo stesso: pazzia per coloro che non credono e potenza per chi si affida a Lui.

Se vuoi respirare una libertà nuova credi in Gesù!

«Cristo ci ha liberati perché fossimo liberi»

Lettera ai Galati 5:r1

cecilia vestena@gmail.com

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

giovedì 06 dicembre
DIVENTARE BAMBINI
(h. 09:30)
giovedì 29 novembre
giovedì 15 novembre
giovedì 08 novembre
giovedì 25 ottobre
giovedì 18 ottobre
...E LA FEDE CRESCE
(h. 09:30)
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore