Consiglio Valle | giovedì 18 ottobre 2018 20:59

Consiglio Valle | giovedì 11 ottobre 2018, 15:30

Alpe stacca la spina alla Spelgatti

Dopo Emily Rini anche Alpe prende atto dell’inadeguatezza della Lega a governare le Valle e dell’incoerenza e del mancato rispetto delle indicazioni el Consiglio Valle

Roberto Cuneaz

Roberto Cuneaz

Roberto Cuneaz, presidente di Alpe si è dato 15 giorni di tempo per decidere quale posizione assumerà il suo movimento in relazione alla profonda crisi politica in cui versa la Valle d’Aosta per l’arroganza e l’incompetenza della Lega.

Il direttivo di Alpe ha infatti deciso di avviare un giro di consultazione con Uv, Uvp, PnV, Stella Alpina e Impegno Civico per capire se ci sono le condizioni per elaborare un programma “approfondito e dettagliato” per evitare gli errori del recente passato. “Per il momento la Lega – aggiunge Cuneaz – non è nel nostro orizzonte; al termine della consultazione decideremo se possiamo dare alla Valle un governo di salute pubblica o una maggioranza alternativa; ma non è escluso che noi si possa essere percorribile anche la strada dell’opposizione costruttiva”.

Aggiunge Roberto Cuneaz: “Siamo in una fase di stallo causato dal comportamento di chi non rispetta gli indirizzi dati dal Consiglio o concordati con gli alleati”. Cuneaz, che è anche vice sindaco di Sarre, non ha premura ad uscire dallo stallo.

“Dobbiamo – dice – confrontaci e approfondire i vari problemi per individuare soluzioni condivise ma soprattutto chiare in modo di compiere soluzioni consapevoli prive di equivoci in modo da avviare da subito, se c’è l’intesa, le cose da fare. Facendo quattro conti, se Alpe trova l’intesa, la nuova giunta regionale si insedierà ai primi di novembre termine ultimo per dare alla nuova Giunta il tempo di preparare il bilancio.

Al momento L’assessore Stefano Aggravi non pare in grado di portare in aula il bilancio regionale ed è sempre più concreta la possibilità che si debba ricorrere all’esercizio provvisorio,scelta che rallenterà tutte le attività.

Passo dopo passo, dopo l’abbandono di Emily Rini che per prima si è accorta dell’incapacità politica della comtesse verte,  ci si avvicina sempre più ad una donna sola al comando di una zattera che, dopo avere assegnato le poltrone ad amici, conoscenti e amici degli amici, sta affondando.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore