POLITICA | domenica 23 settembre 2018 19:05

POLITICA | giovedì 13 settembre 2018, 12:29

Sostegno del Celva al Comune di Aosta per il mantenimento del 'Bando periferie'

Il presidente del Consorzio degli enti locali valdostani, Franco Manes, ha scritto all’ANCI per condividerne l’impegno nella conferma delle risorse

Franco Manes, presidente del Celva

L'unione fa la forza, per recuperare il 'Bando periferie' che riqualificherebbe in modo sostanziale il capoluogo valdostano.

Il Consorzio degli enti locali valdostani Celva, delegazione regionale Anci in rappresentanza del Comune di Aosta, ha inviato ieri una lettera al presidente dell’Anci, Antonio Decaro, per sottolineare il proprio fermo sostegno alla lotta che l’Associazione nazionale dei Comuni sta conducendo contro il possibile taglio dei finanziamenti previsti dal 'Bando periferie'.

"L’iniziativa del Celva è stata strettamente condivisa con il sindaco del capoluogo regionale, Fulvio Centoz che, nei giorni scorsi - si legge in una nota del Celva - aveva manifestato al Consorzio preoccupazione circa la possibilità di una revoca del finanziamento ottenuto dalla propria Amministrazione attraverso la partecipazione al 'Bando periferie', garantito dalla sottoscrizione nel dicembre del 2017 di un apposito accordo con il Governo nazionale, con possibili gravi danni per il Comune".

Per questo motivo, spiega Franco Manes, presidente del Celva, “alla luce degli esiti dell’incontro per il ripristino dei fondi per le periferie di molti enti locali italiani, avvenuto ieri sera tra i rappresentanti dei Sindaci e il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, la mediazione raggiunta sulla salvaguardia del principio è il primo passo in attesa del perfezionamento del decreto annunciato dal Governo entro la prossima settimana”.

In particolare, prosegue Manes, “ho evidenziato al presidente Decaro la situazione specifica per la Valle d’Aosta rispetto alle conseguenze negative che l’emendamento al decreto Milleproroghe potrebbe produrre per i Comuni. Ho portato alla sua attenzione la preoccupazione del sindaco del Comune di Aosta è che è assolutamente condivisa dal Celva, per la possibile revoca del finanziamento già ottenuto dalla sua amministrazione e inserito nella programmazione triennale di bilancio comunale per la realizzazione di numerosi interventi sul territorio”.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore