POLITICA | domenica 18 novembre 2018 22:30

POLITICA | giovedì 13 settembre 2018, 20:57

Crisi Casino; sindacati in allarme, 'Ottocento famiglie attendono risposte'

Alcuni rappresentanti sindacali all'incontro con l'assessore Aggravi

Alcuni rappresentanti sindacali all'incontro con l'assessore Aggravi

Si è conclusa con i sindacati, ennesimo confronto interlocutorio, la lunga giornata dell'assessore regionale Stefano Aggravi nell'ambito degli incontri istituzionali sulla crisi del Casino di Saint-Vincent.

"Ci sono 800 famiglie a rischio, tra dipendenti e indotto. Urge una risposta", ha detto ai giornalisti Vilma Gaillard (Cgil) al termine dell'incontro fissato alla vigilia dell'assemblea dei soci della Casino Spa, convocata per approvare il bilancio 2017 ma che, come aveva anticipato ieri Aostacronaca. sarà aperta e subito rinviata al 24 settembre in attesa di ulteriori 'correttivi' al documento finanziario.

"La situazione non è in grado di reggere tempi lunghi - ha aggiunto Gaillard - e non si può andare oltre un paio di mesi. Vanno prese delle decisioni, vanno fatte scelte consapevoli. La volontà di salvare la casa da gioco deve concretizzarsi in azioni".

Per Claudio Albertinelli (Savt), "c'è preoccupazione tra i lavoratori e noi siamo contrari ad 'infilarci' in percorsi legati al concordato o ad altre procedure fallimentari". "Chiediamo alla proprietà di continuare ad accompagnare il risanamento dell'azienda, come previsto dagli accordi fatti".

L'assessore ha definito "costruttivo e utile" il confronto con le sigle.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore