Confcommercio VdA | venerdì 19 ottobre 2018 05:38

Confcommercio VdA | martedì 07 agosto 2018, 18:18

La semipedonalizzazione dell'Arco d'Augusto tenga conto delle necessità dei commercianti aostani

Giuseppe Sagaria

Giuseppe Sagaria

Confcommercio della Valle d'Aosta ha accolto con apprezzamento l'iniziativa del Comune di Aosta relativa alla semipedonalizzazione 'sperimentale' di piazza Arco d'Augusto ad Aosta.

Ma occorre sottolineare alcune perplessità che, come afferma Giuseppe Sagaria, presidente Ascom Aosta e vicepresidente vicario di Confcommercio VdA, “non sono gratuite ma nascono dal confronto con i nostri associati, ovvero con commercianti della zona felici del fatto che l'Amministrazione pensi a migliorare la qualità della vita della nostra comunità ma preoccupati dal fatto che lo stravolgimento viario di uno snodo di traffico così importante come l'Arco d'Augusto possa influire negativamente sulle attività economiche”.

Secondo Confcommercio Vda, ribadisce Sagaria “la pedonalizzazione che che coinvolge l'area a nord della piazza, ovvero quella dei chioschi e del parcheggio sino all'imbocco di via Sant'Anselmo, comporta necessariamente l'eliminazione di diversi e ulteriori stalli di carico e scarico merci. Tra dehors e pedonalizzazione sono stati di fatto eliminati circa 14 stalli. Stando così le cose, questo basterebbe ad affermare che allo stato attuale non sussistono presupposti per la chiusura totale della piazza ai veicoli”. Il Comandante della Polizia locale, Fabio Fiore, ha precisato che alcuni stalli per merci possono essere recuperati in via Garibaldi ma, secondo Sagaria, “si tratta al massimo di due posteggi e inoltre difficilmente raggiungibili e fruibili dai furgoni che provengono da viale Chabod”.

Un altro problema individuato da Confcommercio Vda è la gestione del traffico 'semipedonalizzato' quando saranno riaperte le scuole pubbliche in piazza Arco d'Augusto. “In piazza le auto dei genitori che accompagnano I figli a scuola dovranno transitare unicamente 'da' e 'verso' viale Chabod passando per il 'famigerato' ponte di ferro sul Buthier, quello stesso ponte su cui fino a oggi hanno faticato a manovrare autobus e pullman, ma che proprio da oggi, martedì 7 agosto, dovranno forzatamente passare di qui per entrare nel parcheggio della piazza”.

Ben venga la sperimentazione della semipedonalizzazione, dunque, ma, sottolinea una volta di più Sagaria, “ricordiamo che un progetto simile era stato avviato oltre dieci anni fa e naufragò poco dopo, saggiatane l'impraticabilità”.

Nell'ottica delle ripercussioni che la semipedonalizzazione sperimentale all'Arco d'Augusto potrebbe riflettere sulle tante attività commerciali della zona, Giuseppe Sagaria esprime “rammarico per essere stato, Confcommercio della Valle d'Aosta, attore passivo di decisioni istituzionali per le quali, invece, sarebbe forse stato più opportuno organizzare un tavolo di lavoro per elaborare scelte condivise; tavolo al quale Confcommercio VdA, che rappresenta centinaia di esercenti in città, avrebbe potuto sedersi quale coprotagonista attivo delle diverse iniziative”.

info Confcommercio VdA

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore