CRONACA | lunedì 17 dicembre 2018 16:44

CRONACA | mercoledì 18 luglio 2018, 17:10

Un uomo e una donna trentenni gli alpinisti morti sul Cervino

Un uomo e una donna trentenni gli alpinisti morti sul Cervino

Sono un uomo e una donna di circa 30 anni, forse stranieri, i due alpinisti morti sul Cervino dopo essere precipitati per 1.300 metri dalla parete sud. Scendevano 'in conserva' - tecnica che si usa quando si ritiene di poter progredire legati contemporanemente su terreno facile - quando, verso le 12, uno dei due ha perso l'equilibrio trascinando l'altro nel vuoto. Poco prima, in vetta, avevano salutato una guida alpina, la stessa che poi li ha visti cadere e ha dato l'allarme. La guida ha intuito che fossero di nazionalità straniera proprio per il loro accento.

Le vittime non avevano documenti, probabilmente non alloggiavano al Breuil e per questo le operazioni di identificazione risultano complicate. Al momento i militari del Soccorso alpino della Guardia di finanza di Cervinia non hanno ricevuto segnalazioni di mancati rientri e stanno prendendo contatto anche con le autorità della Svizzera, da dove i due potrebbero essere partiti con l'obiettivo di scendere poi lungo il versante italiano della montagna. I rifugi ai piedi del Cervino sono affollati e ai gestori risulta difficile avere contezza di chi non è ancora rientrato da scalate ed escursioni.

red. cro. - ansa-rava

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore