ISTRUZIONE E FORMAZIONE | domenica 21 ottobre 2018 02:21

ISTRUZIONE E FORMAZIONE | sabato 14 luglio 2018, 11:16

Contratti aggiuntivi assegnati alla Regione autonoma Valle d’Aosta nelle scuole di specializzazione di area sanitaria per l’anno accademico 2017/2018

Contratti aggiuntivi assegnati alla Regione autonoma Valle d’Aosta nelle scuole di specializzazione di area sanitaria per l’anno accademico 2017/2018

L’Assessorato della Sanità, Salute, Politiche sociali e Formazione informa che con decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (M.I.U.R.) n. 1820 del 12 luglio 2018 sono stati assegnati alla Regione autonoma Valle d’Aosta presso le scuole di specializzazione dell’Università degli Studi di Torino, per l’anno accademico 2017/2018, i seguenti contratti aggiuntivi:

  • n. 1 contratto aggiuntivo regionale nella scuola di specializzazione di anestesia, rianimazione, terapia intensiva e del dolore
  • n. 1 contratto aggiuntivo regionale nella scuola di specializzazione in malattie dell’apparato cardiovascolare
  • n. 1 contratto aggiuntivo regionale nella scuola di specializzazione in medicina d’emergenza-urgenza
  • n. 1 contratto aggiuntivo regionale nella scuola di specializzazione in ortopedia e traumatologia.

I contratti aggiuntivi finanziati dalla Regione autonoma Valle d’Aosta sopraindicati verranno assegnati ai candidati in possesso degli ulteriori specifici requisiti previsti dalla normativa regionale e riportati all’art. 2, comma 1, lettera n), del Decreto 1820/2018, di seguito indicati:

  • che siano iscritti - alla data di inizio delle attività didattiche delle scuole di specializzazione - all’Ordine dei medici-chirurghi e degli odontoiatri della Regione autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste;
  • che siano residenti in Valle d’Aosta da almeno tre anni, alla data di presentazione della domanda di partecipazione al concorso di ammissione alla scuola di specializzazione;
  • che non abbiano già beneficiato di un contratto aggiuntivo regionale, anche in caso di rinuncia o interruzione della formazione già iniziata (tale esclusione non si applica nel caso in cui il medico già beneficiario abbia restituito alla Regione le somme previste dalla legge regionale 11/2017);
  • che abbiano sottoscritto, prima dell’immatricolazione alla scuola di specializzazione, presso la struttura regionale competente in materia di sanità, una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti richiesti, nonché l’impegno a conseguire il diploma di specializzazione per il quale si beneficia del relativo contratto e a prestare servizio presso le strutture dell’Azienda USL della Valle d’Aosta per un periodo minimo complessivo di cinque anni.

Il beneficiario del contratto aggiuntivo regionale, che non consegua il diploma di specializzazione per rinuncia al corso di studi o che non presti servizio, nei cinque anni successivi alla data di conseguimento del diploma di specializzazione, presso le strutture dell’Azienda USL della Valle d’Aosta per un periodo minimo complessivo di cinque anni, dovrà restituire alla Regione le somme previste dalla legge regionale 11/2017 e dalla deliberazione della Giunta regionale 1712/2017.

Gli studenti che intendono concorrere per i contratti aggiuntivi regionali dovranno attestare il possesso degli ulteriori specifici requisiti sopraindicati tramite l’accesso alla propria area riservata sul sito universitaly nell’ambito della procedura informativa di cui al bando per le scuole di specializzazione 2017/2018, riportato nel Decreto M.I.U.R. 1208/2017, entro il 18 luglio (compreso).

Gli studenti interessati sono invitati a prestare attenzione alle disposizioni del Regolamento 130/2017, nonché dei Decreti MIUR 1208/2018 e 1820/2018.

Per la richiesta di informazioni gli interessati possono rivolgersi all’Assessorato sanità, salute, politiche sociali e formazione (telefono 0165 274236 – email studimedicina@regione.vda.it) oppure possono consultare il sito Internet:

www.regione.vda.it/<wbr></wbr>sanita/personale/formazione/<wbr></wbr>contratti.

INFO REGIONE

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore