AMBIENTE | venerdì 19 ottobre 2018 05:28

AMBIENTE | sabato 14 luglio 2018, 11:08

E' sul tema Confini che si sviluppa il Gran Paradiso Film Festival, uno dei principali concorsi naturalistici

Oggi, venerdì 13 luglio 2018, nella Saletta del Palazzo regionale è stata presentata la 21° edizione del Gran Paradiso Film Festival, il cui filo conduttore sarà il tema Confini

E' sul tema Confini che si sviluppa il Gran Paradiso Film Festival, uno dei principali concorsi naturalistici

Anche quest’anno il Festival presenta una ricca programmazione, articolata in 13 giornate e 22 eventi che si susseguiranno in 7 Comuni dell’area del Gran Paradiso: oltre a Cogne, Rhêmes-Notre-Dame, Rhêmes-Saint-Georges, Introd, Aymavilles, Valsavarenche e Villeneuve.

Protagonisti del Festival i film in concorso: 57 proiezioni tra film documentari e cortometraggi, selezionati tra 140 opere provenienti da 27 paesi e 5 continenti, il 60% dei quali in prima visione, si contenderanno i Premi della giuria tecnica e della giuria del pubblico.

Il Festival comprende diverse sezioni: le competizioni cinematografiche Concorso internazionale e Corto Natura, il ciclo di incontri De Rerum Natura, eventi alla scoperta del territorio del Parco Aria di Festival e GPFF in mostra.

Il Festival potrà quest’anno vantare tra i suoi ospiti personalità di rilievo in diversi ambiti culturali, tra i quali Don Luigi Ciotti, personaggio simbolo della 21a edizione, Giuliano Amato, Flavio Caroli, Luciano Violante e Marta Cartabia, Paolo Cognetti. Sul sito www.gpff.it saranno disponibili i trailer dei film, il programma degli eventi di luglio e agosto e tutti gli aggiornamenti.

Come Assessorato dell'Agricoltura e Ambiente della Regione autonoma Valle d'Aosta, valorizzare il territorio, la montagna e il patrimonio ambientale, naturalistico e paesaggistico della Valle d’Aosta è una nostra priorità – afferma Elso Gerandin, Assessore all’Agricoltura e Ambiente - In tal senso l’attività svolta con passione e competenza da Fondation Grand Paradis per la promozione della nostra Regione è estremamente importante.

Con il Festival riusciamo infatti a comunicare l’immagine delle nostre montagne anche fuori “Confine”, tematica al centro dell’edizione 2018, costruendo importanti legami con le realtà circostanti e con tutti coloro che amanti della natura trovano qui da noi il proprio Paradiso.

Dai confini del Parco Nazionale Gran Paradiso alla vastità degli spazi della creatività, il Festival si conferma come uno dei fiori all’occhiello dell’offerta culturale valdostana – considera il Presidente del Consiglio Antonio Fosson - sia per le sue potenzialità di promozione del territorio, sia per la sua capacità di offrire spunti di riflessione su temi di attualità, come quello proposto quest’anno: i confini, appunto.

E’ un invito a essere spettatori della natura quello che ci rivolge nuovamente, per l’estate 2018, il Gran Paradiso Film Festival, che ha trovato nella splendida cornice di Cogne e del Parco la sua collocazione perfetta, dando voce a quel rapporto profondo e intimistico che lega immagini e ambiente – osserva Claudio Restano, Assessore al Turismo, Sport, Commercio e Trasporti - Un rapporto che trova, con forza, la sua espressione nei colori, nei suoni e nella musica delle produzioni che ogni anno alimentano la storia di questo festival, di cui siamo orgogliosi.

Il Gran Paradiso Film Festival è infatti un evento che arricchisce l’offerta turistica, culturale e naturalistica della nostra regione di magia e di poesia.Il Presidente del Parco Nazionale Gran Paradiso, Italo Cerise, commenta: Grazie all’impegno di Fondation Grand Paradis, il territorio del Parco ospita per la sua 21° edizione il Gran  Paradiso Film Festival.

Una manifestazione di grande interesse  culturale che ogni anno, dal Parco più antico d’Italia, lancia un  messaggio forte a favore della conservazione della biodiversità a  livello planetario e sulla necessità di custodire la Natura per noi e  per le generazioni future.

Questo è lo speciale legame che unisce il  Parco al Festival e che intendiamo ulteriormente sostenere. Un’iniziativa consolidata che contribuisce a far conoscere l’enorme patrimonio naturalistico del Gran Paradiso.

Per il Direttore artistico Luisa Vuillermoz, Il filo conduttore offerto dal tema ‘Confini’ ha dato il giusto spunto creativo per raccontare l’infinita varietà del vivere su questo pianeta attraverso l’osservazione della Natura.

Gli animali per primi ci insegnano l’esistenza di confini territoriali, legati alla sopravvivenza delle specie, ma anche che in natura i confini, come i mari, i cieli e le montagne, sono sempre valicabili, spazi di transito e passaggio. Il Parco Nazionale Gran Paradiso è un luogo delimitato per eccellenza, i cui confini assicurano protezione, tutela e valorizzazione dell’ambiente. I film del Concorso internazionale ci invitano poi ad allargare gli orizzonti, portandoci in mondi molto lontani dal nostro.

Tra le novità, da domani il nuovo sito web www.gpff.it e l’App GPFF - uno strumento gratuito per avere tutti gli appuntamenti del Festival a portata di mano anche in mobilità - che sarà disponibile su Google play e App Store dalla prossima settimana.

Il Gran Paradiso Film Festival è organizzato da Fondation Grand Paradis nell’ambito del Progetto PACTA - Promouvoir l’Action Culturelle en Territoire Alpin (Interreg V-A Italia-Francia ALCOTRA 2014-2020).

In collaborazione con l'Assessorato dell’Agricoltura e Ambiente della Regione autonoma Valle d'Aosta, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Assessorato del Turismo, Sport, Commercio e Trasporti della Regione autonoma Valle d'Aosta, Presidenza del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, Comune di Cogne, Fondazione Cassa Risparmio di Torino, Parco Nazionale Gran Paradiso, Bacino Imbrifero Montano, Federparchi, Club Alpino Italiano. Con il patrocinio di Ente Progetto Natura e Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta. E con il partenariato tecnico di Montura e tecnologico di Laser. 

red. spe.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore