CRONACA | venerdì 22 giugno 2018 00:09

CRONACA | giovedì 14 giugno 2018, 13:29

Casinò, chiesti otto rinvii a giudizio

La richiesta riguarda anche l''ex presidente Augusto Rollandin, Ego Perron e l'assessore Mauro Baccega

Il pm Eugenia Menichetti

Il pm Eugenia Menichetti ha chiesto il rinvio a giudizio degli otto indagati nell'inchiesta sui finanziamenti pubblici erogati al Casinò di Saint-Vincent tra il 2012 e il 2015. Sette sono accusati di concorso in truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, in cinque tra ex amministratori e sindaci della società anche di falso in bilancio. Si tratta dell'ex presidente della Regione Augusto Rollandin, dell'assessore alle Opere pubbliche Mauro Baccega, dell'ex assessore al Bilancio Ego Perron, dei già amministratori della casa da gioco Luca Frigerio (dal 2008 al 2015) e Lorenzo Sommo (dal 2015 al 2017) e dei membri del collegio sindacale della Casinò de la Vallée spa Laura Filetti (solo falso in bilancio), Fabrizio Brunello e Jean Paul Zanini.

L'ipotesi di truffa aggravata riguarda i 140 milioni di euro di finanziamenti erogati dalla Regione, quella di falso in bilancio il presunto occultamento di perdite di esercizio per 42,5 mln. Il Casinò è 'ente responsabile', la Regione è parte offesa. Dopo la chiusura delle indagini, avvenuta lo scorso 17 maggio, nessuno tra gli indagati ha depositato memorie né si è fatto interrogare dagli inquirenti. L'inchiesta, coordinata dal pm Menichetti sotto l'egida del procuratore capo di Aosta, Paolo Fortuna, è stata condotta dal Nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Aosta

ansa rava

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore