ATTUALITÀ POLITICA | giovedì 24 maggio 2018 19:48

ATTUALITÀ POLITICA | mercoledì 16 maggio 2018, 11:30

SICUT DIXIT ELETTORALE: Maria Luisa Russo ‘Attenzione alla persona nella sua globalità’

Con un bagaglio di studi classici e laurea quinquennale in psicologia Maria Luisa Russo, nata ad Aosta 45 anni fa, è candidata  per il M5S alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Valle.

Maria Luisa Russo quali sono le sue priorità?

“Tagli alla spesa pubblica e ai costi della politica; garantire trasparenza negli appalti pubblici; puntare sull’ asse trasporti-turismo: elettrificazione della tratta Aosta-Ivrea e riduzione costi dell’autostrada per aprire le porte ad un turismo di tutto l’anno, non solo invernale ed estivo; migliorare l’accessibilità e la funzionalità del sistema sanitario al fine di decongestionare il Parini e ridurre gradualmente le liste d’attesa; rinnovare il sistema scolastico sul modello nordeuropeo per ampliare l’offerta didattica ai nostri ragazzi”.

Dice poco... Come intende trasferire le competenze professionali alla politica?

“Le competenze acquisite in questi anni, tramite la lettura della documentazione prevista dagli appalti pubblici e la definizione dei relativi progetti di gestione, tramite la comprensione di regolamenti internazionali ed il controllo affinché essi vengano attuati correttamente, mi guideranno nell’interpretare le leggi che regolano ogni settore della pubblica amministrazione”.

Dal 2002 al 2016 è stata Responsabile per una società cooperativa sociale di Aosta, della progettazione/gestione di servizi socio-assistenziali per minori e anziani gestiti per conto di comuni e comunità montane,  è una carta da giocare in politica?

“L’esperienza nell’imprenditoria sociale mi ha insegnato a ricercare sempre soluzioni creative e innovative e a leggere attentamente i bisogni del territorio per offrire risposte concrete e sostenibili.. Le esperienze di counseling mi insegnano quotidianamente che, in qualsiasi scelta politica e in particolare nei settori istruzione, politiche sociali, lavoro, pari opportunità, al centro ci deve essere la persona nella sua globalità”.

Per quanto riguarda gli enti locali?

“Con il M5S vogliamo lavorare per  riorganizzare le competenze delle Unités des Communes, considerando importante che continuino a occuparsi di rifiuti, tributi e servizi alla persona”.

Tutto questo perché?

“Perché le Unités des Communes devono rimanere punti di riferimento amministrativo per i cittadini e il M5S si impegna a controllare che la riorganizzazione degli enti locali sia messa in pratica e non sia disattesa a discapito di un deperimento della qualità dei servizi”.

Merci

red.pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore