AMBIENTE | martedì 17 luglio 2018 01:33

AMBIENTE | lunedì 16 aprile 2018, 10:36

Pont-Saint-Martin: Per Earth day 2018 volontari ripuliscono territorio

Domenica 22 aprile dalle ore 14 alle ore 18, i cittadini di Pont-Saint-Martin sono invitati a scendere attivamente in campo adoperandosi alla pulizia ed alla raccolta di materiale abbandonato (plastica, vetro, carta, bottigliette, ecc.) nel nostro Comune

L'amministrazione comunale di Pont-Saint-Martin aderisce nuovamente alla “Earth Day” (Giornata della Terra) la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia.

Domenica 22 aprile dalle ore 14 alle ore 18, i cittadini di Pont-Saint-Martin sono invitati a scendere attivamente in campo adoperandosi alla pulizia ed alla raccolta di materiale abbandonato (plastica, vetro, carta, bottigliette, ecc.) nel nostro Comune.

Lo scorso anno hanno aderito all'iniziativa una ventina di volontari che hanno ripulito la sponda della Dora in area Feletti, mentre quest'anno verrà ripulita la passeggiata in area industriale a fianco del canale. L'appuntamento è fissato per le ore 14 di fronte alla azienda Enginereing; è consigliato un abbigliamento adatto al lavoro di raccolta, guanti e scarpe da ginnastica.

La Giornata della Terra coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. Nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra, come movimento universitario, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo.

I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l'inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l'esaurimento delle risorse non rinnovabili.

Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell'uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi, la tutela del territorio ed il mantenimento delle culture biologiche.

Nel corso degli anni la partecipazione internazionale all'Earth Day è cresciuta superando oltre il miliardo di persone in tutto il mondo: è l'affermazione della “Green Generation”, che guarda ad un futuro libero dall'energia da combustibili fossili, in favore di fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore