ECONOMIA | venerdì 14 dicembre 2018 09:54

ECONOMIA | venerdì 16 marzo 2018, 15:21

R. Bizzotto (Uil) 'la Valle non è più un'isola felice'

Ramira Bizzotto

Ramira Bizzotto

La Valle d'Aosta "si è adeguata alla media nazionale in fatto di povertà" e ormai "possiamo dire addio all'isola felice'. L'allarme è stato lanciato oggi dal segretario della Uil Valle d'Aosta Ramira Bizzotto, in apertura del 17esimo congresso regionale del sindacato.

"La nostra regione - ha aggiunto Bizzotto, candidata alla riconferma - ha visto allontanare sempre di più l'immagine che dava di sé dove la popolazione viveva agiatamente non solo a livello nazionale, ma anche a livello europeo". Secondo Bizzotto è necessario "investire nella ricerca, premiare e incentivare l'innovazione e la progettualità giovanile al fine di ampliare le opportunità di lavoro".

Tra le criticità economiche e sociali, Bizzotto ha indicato quella dell'edilizia che "fa fatica a ripartire, oggi in Valle d'Aosta il settore edile è come gli altri, perché la crisi economica ha colpito tutti nessuno escluso, basti pensare che solo nella città di Aosta hanno chiuso anche 88 esercizi commerciali". E ha citato anche le "infrastrutture" e il "casinò". "Dobbiamo girare pagina - ha spiegato - e pensare di lavorare per migliorare e recuperare ciò che non è stato fatto".

red. eco. - ansa-rava

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore