Montagna VdA | domenica 18 novembre 2018 12:02

Montagna VdA | lunedì 12 febbraio 2018, 08:00

L'ESCURSIONE DELLA SETTIMANA: Champorcher Lac Blanc

Durante la salita si lascia a destra un alpeggio solitario e si continua lungo un ampio canalone che conduce rapidamente nei pressi del rudere di Grand

L'ESCURSIONE DELLA SETTIMANA: Champorcher Lac Blanc

Come per tutte le attività in montagna, occorre non sopravvalutare se stessi avventurandosi in percorsi difficili e faticosi: informati bene sull'itinerario da seguire, valuta le condizioni della neve e consulta sempre le previsioni del tempo.

 

COL DU LAC BLANC - CHAMPORCHER

  • Difficoltà:
    E - Escursionistico
  • Periodo consigliato:
    dal 01/01 al 31/03
  • Partenza:
    CHAMPORCHER: Mont Blanc (1700 mt.)
  • Arrivo:
    Col du Lac Blanc (2309 mt.)
  • Dislivello:
    609 m
  • Durata Andata:
    2h30
  • Durata Ritorno:
    1h45

Accesso

Casello autostradale di Pont-Saint-Martin. Proseguire in direzione di Aosta sino a Bard, poi a sinistra fino a Champorcher. Dal capoluogo a destra per Dondena sino a superare Mont Blanc e raggiungere l’ampio parcheggio.

Classico percorso di ingresso nel Parco Naturale del Mont Avic. Itinerario che si svolge in pieno sole già dal primo mattino.

Descrizione del percorso

Procedere lungo la strada innevata sino a raggiungere la partenza del sentiero per il Rifugio Barbustel: svoltare a destra e iniziare a risalire la ripida parte iniziale del sentiero, costeggiato da ringhiere in legno. Si prende quota incontrando dopo pochi minuti, il bivio per Arcomy. Attraversare un tratto di bosco di larice per poi confluire in un piccolo avvallamento che viene superato con una serie di svolte. Durante la salita si lascia a destra un alpeggio solitario e si continua lungo un ampio canalone che conduce rapidamente nei pressi del rudere di Grand. Poco dopo si incontra la palina per il colle Terra Rossa, si prosegue a sinistra sul pendio che diminuisce leggermente di intensità per poi voltare verso destra passando al di sotto di un roccione.

Si supera quindi un passaggio un po’ stretto per poi confluire sul dolce pendio che conduce al pianoro del lago Muffé. Si supera il rudere nei pressi del lago e si inizia la salita verso il Col du Lac Blanc. Si procede ora tra radi larici lungo una salita non troppo impegnativa sino a raggiungere infine il colle.

http://www.lovevda.it

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore