FEDE E RELIGIONI | mercoledì 17 gennaio 2018 06:11

FEDE E RELIGIONI | venerdì 12 gennaio 2018, 00:02

OGGI venerdì 12 gennaio saint Alfred

“Dare un aiuto vero, ma senza pubblicità. Quando fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti segreta; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà (Matteo 6, 3-4)”. (Papa Francesco)

AGENDA DEL VESCOVO MONS.  FRANCO LOVIGNANA

Venerdì 12 gennaio

Vescovado - mattino

Udienze

Chiesa Parrocchiale - ore 18.30

S. Messa per il primo anniversario del Can. Amato Chatrian

Sabato 13 gennaio

Cattedrale - Pont Suaz - ore 6.00
Pellegrinaggio mensile a N.-D. de Pitié

Priorato di Saint-Pierre - ore 9.30

Incontro di formazione per collaboratori dei parroci

Domenica 14 gennaio

Aosta, Parrocchia di Saint Martin
Visita pastorale: domenica della comunità

Lunedì 15 gennaio

Priorato di Saint-Pierre - ore 9.30

Incontro di formazione del clero

Aosta, Parrocchia di Maria Immacolata - ore 18.00

Visita pastorale: incontro con il Consiglio pastorale parrocchiale

 •Le Messager Valdotain celebra venerdì 12 gennaio saint Alfred

La Chiesa ricorda Santa Cesira (Cesaria) di Arles Sorella di S. Cesario

Nata nei dintorni di Chalon-sur-Saone intorno al 465, C. visse per un certo tempo in un chiostro di Marsiglia; il fratello s. Cesario, creato vescovo di Arles nel 502, pensò a lei come alla futura superiora della comunità monastica femminile che intendeva introdurre nella sua città. Il primo monastero di religiose, però, costruito nei pressi di Arles, non era ancora ultimato che fu distrutto nella guerra tra Franchi e Burgundi (508) Cesario non si perse di coraggio e, terminate le lotte, fece costruire un secondo edificio nella stessa località del primo: dedicato a s. Giovanni, il monastero fu inaugurato il 26 agosto 512 e la sua direzione venne affidata a Cesaria, chiamata da Marsiglia. Per questa comunità Cesario redasse un'eccellente regola, i cui cardini sono la rinunzia a ogni proprietà personale, la perpetua clausura, l'esenzione dalla giurisdizione episcopale, l'ubbidienza alla superiora, detta matèr.

Cesaria ebbe molte discepole e governò la comunità per oltre dieci anni. Morì, infatti, poco tempo dopo la dedicazione della basilica di S. Maria (524), forse nel 525, e fu sepolta presso il sarcofago che il fratello si era riservato.

Onorata come santa già ai tempi di Venanzio Fortunato, che ne associa il nome a quello di Agnese, Cesaria è ricordata nel Martirologio Romano al 12 gennaio.

Il sole sorge alle ore 8,09 e tramonta alle ore 16,52.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore