ECONOMIA | sabato 25 maggio 2019 07:47

ECONOMIA | 08 gennaio 2018, 11:37

Fiom Cgil sostiene ricorso in Cassazione lavoratore licenziato dalla Cas

Francesco Savoca

Francesco Savoca

Ritenendo "grave e discutibile" la sentenza della Corte d’Appello di Torino sulla convalida del licenziamento di Francesco Savoca, rappresentante sindacale già dipendente della Cogne Acciai Speciali (Cas), la Fiom Cgil Valle d’Aosta e la Fiom Cgil nazionale ne sosterranno il ricorso in Cassazione contro la setenza. Savoca era stato licenziato a seguito di dichiarazioni non veritiere rese dal sindacalista nei confronti dell’Amministratore delegato della Cas.

Due precedenti sentenze rese da altrettanti giudici del Tribunale di Aosta, ad ottobre 2016 e nell'aprile 2017, avevano dichiarato illegittimo il licenziamento di Savoca e in particolare l’ultima sentenza aveva disposto il reintegro sul posto di lavoro. La Corte di Appello di Torino ha invece ribaltato la decisione perchè, hanno scritto i giudici "la condotta di Francesco Savoca ha rilevanza disciplinare e si colloca ad un livello di gravità tale da giustificare il licenziamento con effetto immediato".

Ritenendo "forzata ed erronea la sentenza della Corte d’Appello di Torino -  si legge in una nota della Fiom Cgil VdA - il lavoratore - col sostegno della Fiom Cgil – porterà la vicenda all’esame della Corte di Cassazione". Questo licenziamento per la Fiom Cgil "non costituisce un fatto a sé stante ma rientra nel difficile 'clima interno' creatosi in Cas negli ultimi anni".

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore