CRONACA | sabato 15 dicembre 2018 18:02

CRONACA | mercoledì 06 dicembre 2017, 17:33

Interrogatorio dal giudice domattina per la direttrice delle Poste arrestata per peculato

Vincenza Lei in un fotogramma della videocamera dei carabinieri

Vincenza Lei in un fotogramma della videocamera dei carabinieri

E' previsto per le ore 10 di domattina, giovedì 7 dicembre, l'interrogatorio di garanzia di fronte al gip del tribunale di Aosta per Vincenza Lei, 34enne direttrice dell’Ufficio postale di Saint-Oyen/Doues.

Lei è stata arrestata dai carabinieri per peculato: in decine di operazioni di cassa relative a versamenti, prelievi e pagamenti avrebbe sottratto centinaia, forse migliaia di euro a correntisti e utenti delle Poste, perlopiù anziani. In un caso, una videocamera installata dagli inquirenti mostra la direttrice mentre fa cadere una banconota da 20 euro e poi se ne appropria invece di consegnarla all'anziana allo sportello.

"La mia cliente è angosciata per l'arresto ma serena circa le contestazioni - afferma il suo legale difensore, l'avvocato Massimiliano Sciulli del foro di Aosta -  e mi auguro che il giudice accolga senza indugi la nostra richiesta di scarcerazione".  Poste Italiane fa sapere di aver collaborato pienamente con i carabinieri e la procura e assicura il risarcimento agli aventi diritto delle somme eventualmente sottratte.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore