CRONACA | giovedì 23 novembre 2017 10:22

CRONACA | lunedì 13 novembre 2017, 19:06

Nessun rimborso per Tari è dovuto ai residenti nella Monte Emilius

“Nessun rimborso spetta agli utenti dei nostri Comuni in quanto hanno pagato il dovuto correttamente calcolato”. Jean Barocco, presidente l’Unité des Communes valdôtaines du Mont-Émilius, è perentorio nel chiarire la questione sulla Tari.

Rispetto alla notizia, diffusa dagli organi di informazione, che alcuni Comuni avrebbero calcolato l’importo della Tari addebitando indebite maggiorazioni ai cittadini, l’Unité des Communes valdôtaines du Mont-Émilius segnala, infatti, di aver calcolato correttamente la tassa rifiuti.

Barocco assicura che nel calcolare la tassa sono state prese in considerazione, come prevede la normativa, due quote: una fissa, applicata a tutta la superficie dell'immobile, e una variabile in relazione al numero di componenti del nucleo familiare, che è stata computata solo una volta, considerando l'intera superficie dell'utenza composta sia dalla parte abitativa sia dalle pertinenze.

L’esempio classico è quello di una abitazione con un garage accatastati separatamente (categoria A3 + C6): il calcolo della quota fissa tiene in considerazione la somma dei metri quadrati delle due unità immobiliari, mentre la quota variabile è stata calcolata una sola volta.

p.m.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore