ECONOMIA | giovedì 23 novembre 2017 10:30

ECONOMIA | venerdì 20 ottobre 2017, 11:29

Cva ha depositato ricorso per AccertamentoTecnico Preventivo al Tribunale di Aosta per le turbine di Valpelline e Avise

Cva è stata costretta a smontare le giranti relative al gruppo 1 della Centrale di Valpelline e dei gruppi 1 e 2 della Centrale di Avise, a fronte della presenza di difetti costruttivi tali da imporre, anzitutto in un’ottica di sicurezza, la loro immediata sostituzione. Lo renmde noto la stessa Cva precisando che “si è prontamente provveduto, utilizzando le uniche giranti allo stato disponibili, ossia quelle montate in precedenza, che erano state tenute di scorta”.

La necessità di immediato smontaggio è emersa dopo soli circa tre anni dalla fornitura, ancorché nel contratto fosse garantito un ciclo produttivo di non meno di trent’anni. CVA (Compagnia Valdostana delle Acque – Compagnie Valdôtaine des Eaux S.p.A.), anche alla luce delle risultanze della Commissione d’inchiesta del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, "e comunque in un’ottica di massima attenzione all’efficienza ed allo stato dei propri asset", continua infatti, l’opera di verifica e monitoraggio degli impianti idroelettrici, con particolare riguardo al materiale proveniente dal produttore cinese Chongqing Water Turbines Works Co. Ltd e oggetto di contratto con Water Gen Power.

In seguito alla verifica Cva ha “contestato la radicale inidoneità del materiale e ha conseguentemente provveduto, in base alla delibera del proprio Consiglio di Amministrazione, a depositare ricorso per Accertamento Tecnico Preventivo al Tribunale di Aosta”.

L’azienda precisa di aver attivato un programma di ulteriori approfondimenti tecnico / contrattuali su parte delle forniture idroelettriche relative agli ultimi anni, finalizzati a verificare la presenza di ulteriori anomalie e ad attivare le eventuali ulteriori opportune azioni a propria tutela.

CVA (Compagnia Valdostana delle Acque – Compagnie Valdôtaine des Eaux S.p.A.), rappresenta un unicum nel panorama delle utility italiane con una produzione 100% green da fonte idroelettrica, eolica e solare.

Il Gruppo, di cui fanno parte oltre 500 dipendenti, possiede 32 centrali idroelettriche, 6 parchi eolici e 3 impianti fotovoltaici, per un totale di circa 1100 MW di potenza e una produzione che, nel 2016, si è attestata intorno ai 3 miliardi di kWh.

Nel settore idroelettrico, in particolare, CVA si colloca ai primi posti tra i produttori nazionali, portando la Valle d’Aosta a posizionarsi tra le prime regioni d’Italia nell’ambito della generazione di energia da fonte rinnovabile.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore