ATTUALITÀ | lunedì 23 ottobre 2017 22:48

ATTUALITÀ | mercoledì 11 ottobre 2017, 21:42

Marvin Dondossola vince la 3° edizione della “SkyWay Cocktail Competition”

Il vincitore

E' andato al giovanissimo Marvin Dondossola, il primo premio assoluto della “SkyWay Cocktail Competition 2017”, il concorso per barmen più alto d’Europa, organizzato per il terzo anno consecutivo, a Punta Helbronner da Bernardo Ferro, coordinatore Regionale ABI Professional, in collaborazione con SkyWay Monte Bianco e Courmayeur Mont Blanc.

Con il suo "The Wild Boy" - a base di Génépy della distilleria Cortese, Grey Goose Citron, succo di lime, giner-beer, St-Germain, miele di tiglio, menta, more e lamponi freschi – Dondossola, bergamasco di nascita, ha convinto la giuria che ha scelto la sua creazione come "SkyWay Cocktail" per l’anno 2017, aggiudicandosi anche il tour panoramico in elicottero sul massiccio del Monte Bianco con la compagnia GMH e un soggiorno a Dublino, premi messi in palio dagli sponsor della manifestazione. (nella foto sopra Tania Porcu unica valdostana in finale)

Il poco più che ventenne bartender presso l’Excelsion Hotel Gallia di Milano ha primeggiato sui sessanta concorrenti iscritti all'edizione di quest'anno, che prevedeva due distinte categorie: una per i barmen Associati e per i Non Associati.

Obbligatorio per tutti era l’utilizzo di due ingredienti locali, il Gin di montagna e il Génépy, prodotti da aziende valdostane, quali le distillerie Alpe, Cortese, Savio, La Valdotaine, Vertosan e Saint Roch. Per quanto riguarda la categoria Associati il vincitore è stato Franco Cruder, di Trieste, che si è visto assegnare anche il premio di un soggiorno a Cognac, in Francia, offerto da Martini & Rossi per il miglior cocktail realizzato con Grey Goose.

Tra i Non Associati, invece, il migliore è stato Giorgio Baggini, anch'egli di Bergamo, che ha impressionato la giuria con un cocktail a base di Gin Glacialis della distilleria Saint-Roch. Dondossola, Cruder e Baggini si sono contesi la vittoria all'interno di una rosa di sei finalisti che oltre ai vincitori ha visto salire a Punta Helbronner per la fase conclusiva del concorso Giorgio Viganò, Alessandra Belometti e Tania Porcu de La Crèmerie di La Thuile, unica valdostana ad aver avuto accesso alla finale.



lu. au.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore