Confcommercio VdA | lunedì 23 ottobre 2017 20:53

Confcommercio VdA | venerdì 06 ottobre 2017, 09:51

Confcommercio VdA ha costituito la Categoria Confcommercio Turismo

Dominidiato ‘Diamo più forza a Ristoratori, Albergatori, B&B, Gestori di rifugi e Camping, Bar, che oggi sono organizzati in singole categorie che manterranno la loro autonomia rappresentativa ma uniranno le esperienze per rilanciare il comparto turistico’

Graziano Dominidiato (sn) e Adriano Valieri, Presidente e Direttore di Confcommercio VdA

Forte di oltre 400 imprese della filiera turistica: alberghi, pubblici esercizi, agenzie di viaggio, tour operator, servizi di incentive, campeggi, villaggi turistici, residenze turistico-alberghiere, multiproprietà, bed & breakfast, ostelli per la gioventù, discoteche, guide turistiche.

Per volontà unanime della Giunta di Confcommercio VdA e dopo una lunga consultazione con le varie categorie sviluppata in più incontri sul territorio, Confcommercio VdA istituisce la categoria Turismo nella quale confluiranno i circa 400 iscritti nelle diverse categorie attive nel comparto della ricettività turistica, dell’accoglienza e della ristorazione.

“Vogliamo – ha commentato Graziano Dominidiato, presidente di Confcommercio VdA – creare un punto di aggregazione per le imprese e le professioni turistiche e creare così un interlocutore unico che si rapporti con capacità propositiva con gli interlocutori politici regionali e gli amministratori locali per individuare nuove obiettivi in grado di rilanciare la nostra economia ed il settore turistico”.

Confcommercio e la categoria Turismo vogliono creare a livello regionale un sistema di sinergie capace di riaffermare l’importanza strategica del settore e al tempo stesso valorizzare le imprese. Il ramo del Turismo in Confcommercio Vda – spiega Graziano Dominidiato - è nato con l’obiettivo concreto e ambizioso di elaborare un Piano strategico per il turismo valdostano che sarà presentato nel corso di un seminario per sottoporlo all’analisi e alle valutazioni degli operatori”.

Confcommercio VdA vuole rafforzare l’idea di una Valle d’Aosta che si propone come meta per chi ama il turismo sostenibile e di qualità che presta al tempo stesso molta attenzione al turismo sociale che pare essere stato dimenticato.

“Confcommercio Vda – conclude Dominidiato – in un momento che pare positivo per il turismo valdostano vuole operare per consolidare i risultati e, soprattutto, affrontare i nodi del settore e da subito chiediamo che vengano creati cinque poli di eccellenza: gastronomia ed enologia, montagna e sport, ecoturismo, turismo dell’artigianato e del lusso, turismo urbano e notturno); la realizzazione di un piano regionale per estendere il Wi-Fi gratuito a tutti i luoghi più frequentati”.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore